Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Rifiuta visita a paziente malata di Sla, medico denunciato dai Nas

L'episodio venerdì scorso. Il medico si era rifiutato di recarsi a casa della donna, a Locorotondo, per cambiare la cannula tracheostomica, invitando i parenti a richiamare il martedì successivo. Dell'accaduto è stato informato anche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin

Si era rifiutato di offrire assistenza ad una malata di Sla, "invitando" i suoi familiari a richiamare il martedì successivo poichè il collega che avrebbe dovuto occuparsi del caso era in ferie. Ora il medico della Asl di Bari protagonista dell'episodio, raccontato dallo stesso figlio della donna a Repubblica.it, sarà denunciato dai carabinieri del Nas.

I militari, infatti, dopo la segnalazione riportata dal sito del quotidiano, hanno avviato indagini sull'accaduto, per accertare la veridicità della denuncia e l'identità del medico di turno. Sono così riusciti a risalire al professionista. Il venerdì prima di Pasqua, i familiari della donna, residente a Locorotondo, avevano chiamato la Asl di Bari chiedendo l'assistenza di un medico per cambiare la cannula tracheostomica. Ma si erano sentiti rispondere di richiamare dopo le feste.

Il Nas ha anche informato dell'accaduto la Direzione generale dell'Asl, l'Ordine dei medici e il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. "Spero che quanto accaduto a Locorotondo non si ripeta mai più. - ha commentato il ministro in una nota - Un sentito ringraziamento ai Carabinieri del NAS che nel giorno di Pasqua, e fino a ieri, hanno lavorato per l'accertamento della verità e per l'individuazione della responsabile dei fatti denunciati da un cittadino, parente di una vittima di Sla. In Italia non può accadere, non deve accadere, che alla richiesta di un pronto intervento da parte di una struttura sanitaria venga risposto che l'intervento verrà eseguito dopo le festività. Chi si è macchiato della responsabilità di questo episodio vergognoso dovrà risponderne adesso alla Procura della Repubblica, alla direzione dell'Asl e all'ordine dei medici, e non può gettare ombre sul lavoro di decine di migliaia di operatori che ogni giorno, anche in quelli di festa, lavorano per garantire la salute dei cittadini".

Dopo la denuncia fatta a Repubblica.it dal figlio della donna, il direttore generale della Asl di Bari, Domenico Colasanto, era intervenuto per smentire l'accaduto, chiarendo che il sostituto del medico in ferie aveva risposto alla chiamata, mettendosi a disposizione, ma che a quel punto erano stati i pazienti della donna a scegliere di rivolgersi ad un altro medico di loro conoscenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuta visita a paziente malata di Sla, medico denunciato dai Nas

BariToday è in caricamento