menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbandono 'selvaggio' di rifiuti, raffiche di multe e più telecamere. Decaro: "Che vergogna"

I filmati della Polizia Locale inchiodano oltre 60 cittadini sorpresi a gettare immondizia e mobili senza rispettare le regole. C'è chi utilizza addirittura un muletto

Una persona accosta con l'auto, scende e getta un bustone d'immondizia nei cassonetti: sono le 12.44, orario non consentito per conferire i rifiuti. La scena si ripete alle 15.07, alle 4 del mattino, all'alba e in pieno giorno in altre zone periferiche del capoluogo, sia nella parte costiera che nelle vie d'accesso alla città: c'è chi preferisce andare in coppia per gettare bustoni pieni di rifiuti nonostante i bidoni siano pieni. Altri, invece lasciano divani, mobili, suppellettili e materiale di risulta edile. E non manca anche il più creativo, munito di muletto per caricare nella più completa libertà i cassonetti vuoti e riportarli addirittura colmi. Tutto è stato immortalato da quattro microcamere posizionate in maniera molto discreta, a rotazione, in diversi quartieri baresi.

Decaro: "Abbiamo visto di tutto. 'Sputano in faccia' ai baresi per bene"

Due mesi di controlli serrati che hanno consentito di scoprire ben 62 'sporcaccioni' a cui spetteranno sanzioni tra i 50 e i 600 euro, a seconda della gravità della violazione commessa. La stretta contro i 'luridi' durerà ancora: il Comune, d'intesa con Amiu e Polizia Locale, è pronto ad ampliare la dotazione in campo degli 'occhi' elettronici a ben 10, da utilizzare anche nelle zone più centrali come Libertà e Murattiano.

VIDEO: 'Luridi' in azione immortalati dalle telecamere

D'altra parte, da inizio anno, sono state elevate 1472 sanzioni con un incasso di circa 145mila euro di sole multe per comportamenti scorretti nel gettare la spazzatura: "Abbiamo visto di tutto - sottolinea il sindaco Antonio Decaro in conferenza stampa -  ed è come se queste persone sputassero ogni giorno in faccia ai baresi per bene che invece vogliono vivere in una città pulita dome sta accadendo a Santo Spirito dove, con il porta a porta, eliminando i bidoni abbiamo eliminato il ricettacolo d'immondizia per le strade".

Non solo multe, il sindaco: "Siano resi visibili i volti degli sporcaccioni"

Decaro ha intenzione di andare oltre le semplici multe: "Chiederò al Garante per la Privacy - spiega -  di rendere visibili i volti degli sporcaccioni, in modo che si possano riconoscere. Le strade sono di tutti. Come si vede nel filmato, vi sono persone vicine a gente che lascia le buste per terra. Nessuno sembra dire nulla, come se fosse tutto normale Continueremo a stimolare l'azienda per migliorare il servizio perché c'è ancora strada da fare ma i cittadini devono comportarsi bene" rimarca il primo cittadino. La combinazione multe più ulteriori telecamere riuscirà nell'intento di rendere i baresi meno sporcaccioni? L'auspicio si scontra anche con le abitudini dei 'forestieri': sono stati rilevati, infatti, molti casi di abbandono dei rifiuti dai comuni limitrofi nei cassonetti alla periferia della città, in particolare dalle località dove il porta a porta è già attivo da un anno. Menefreghismo sì, ma anche una buona dose di pigrizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento