Cronaca

Movida e rifiuti, l'Amiu contro i cittadini: "C'è troppa inciviltà"

Ogni sera i luoghi del centro più frequentati vengono sommersi di rifiuti abbandonati qua e là, mentre cestini e cassonetti restano vuoti. E l'Amiu lancia una proposta: fotografare e multare i baresi 'pizzicati' a sporcare la città

Cartacce, lattine, bottiglie, rifiuti di ogni genere: ogni sera i luoghi della movida, dal lungomare a Bari vecchia, passando per piazza Umberto, offrono uno spettacolo 'indecente', frutto dello scarso senso civico di alcuni (forse troppi) baresi. La denuncia viene proprio dagli operatori dell'Amiu, stanchi di ritrovarsi all'alba davanti a strade sommerse da rifiuti e sporcizia, mentre cestini e cassonetti - dicono - quasi restano vuoti.

E così l'azienda municipalizzata lancia la sua crociata "antisporcaccioni": fotografare e multare tutti coloro che vengono 'pizzicati' ad abbandonare rifiuti o comunque a sporcare la città. Ad avanzare la proposta è lo stesso presidente Gianfranco Grandaliano. Oltre a immortalare e multare chi sporca - per il quale potrebbe presto arrivare una nuova ordinanza - servirà anche a documentare "il prima e il dopo", ovvero a mostrare agli stessi cittadini le condizioni in cui versano strade e vicoli all'alba, nel momento in cui gli operatori dell'azienda di igiene urbana entrano in servizio, e come vengono poi ripulite e lasciate dopo l'intervento dell'Amiu.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida e rifiuti, l'Amiu contro i cittadini: "C'è troppa inciviltà"

BariToday è in caricamento