Cronaca

Rifiuti, controlli e nuove multe. Il Comune si prepara alla raccolta porta a porta

Cinquanta sanzioni la scorsa settimana per conferimento fuori orario e mancata raccolta differenzita. E intanto Palazzo di Città studia attività di sensibilizzazione in collaborazione con l'Università per i quartieri a nord della città in cui entro fine anno partirà il nuovo sistema di raccolta

Cinquanta multe in una settimana. Il Comune porta avanti i controlli sul corretto conferimento dei rifiuti, e intanto prepara l'avvio del sistema di raccolta 'porta a porta' che entro la fine dell'anno interesserà alcuni quartieri della città.

La scorsa settimana sono stati 50 i cittadini multati da Polizia municipale e ispettori dell'Amiu: 14 i verbali per mancata differenziata, 26 per il conferimento fuori orario, e ancora 6 per il mancato rispetto del divieto domenicale e quattro per la mancata differenziata da parte di esercizi commerciali. Un 'tesoretto' di oltre 4700 euro, che saranno riutilizzati - annuncia Palazzo di Città - in campagne di sensibilizzazione ambientale da promuovere nelle scuole e in tutti i luoghi di aggregazione dei cittadini".

Intanto nel pomeriggio si è tenuto il primo incontro operativo del comitato di gestione previsto dal protocollo d’intesa siglato tra l’assessorato comunale all'Ambiente e l’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari per la realizzazione di attività in campo ambientale.

“Abbiamo iniziato a definire l’iniziativa che a breve vedrà il coinvolgimento degli studenti universitari nelle azioni  di sensibilizzazione rivolte ai residenti dei quartieri Santo Spirito, Palese, Fesca, San Girolamo e San Cataldo, che saranno interessati dall'avvio del porta a porta entro la fine dell'anno - spiega l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli -. Gli studenti coinvolti, dopo un periodo di formazione a cura del Conai, diventeranno dei veri e propri ecofacilitatori e si vedranno  riconoscere dei crediti formativi per le ore dedicate al progetto. Prima della pausa estiva sarà definito l'accordo attuativo con i dipartimenti interessati per poi procedere con l'individuazione degli studenti universitari entro il mese di ottobre. Stiamo lavorando sia sul fronte delle sanzioni sia su quello di nuove azioni di informazione e sensibilizzazione sui temi ambientali e della corretta differenziazione dei rifiuti, anche grazie a questa nuova collaborazione con l’Ateneo barese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, controlli e nuove multe. Il Comune si prepara alla raccolta porta a porta

BariToday è in caricamento