menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Erbacce, calcinacci e rifiuti per terra: la difficile vita del pedone in viale Domenico Cotugno

La strada a Picone, su cui si affaccia il centro sportivo Angiulli, è abbandonata nel degrado. Non mancano cartelli e marciapiedi divelti e auto in doppia fila.

A guardare la quantità di piante che hanno invaso il marciapiede, rendendo praticamente impossibile il passaggio per i pedoni, potremmo pensare di essere in un'area di campagna. Invece siamo nel cuore di Picone, il cosidetto 'Quartierino', a pochi passi da viale Pasteur e dal centro sportivo 'Angiulli'. Poche mesi fa avevamo verificato lo stato di abbandono della vicina via Mazzitelli, ma un sopralluogo nella strada perpendicolare, percorsa ogni giorno da centinaia di auto, mostra una situazione anche peggiore. 

Arredi urbani distrutti

Non sono solo le erbacce, che spesso spuntano anche dai marciapiedi, ma anche lo stato degli arredi urbani a restituire una cartolina del degrado del luogo. I marciapiedi sono infatti divelti in più punti e proprio davanti al centro sportivo ne troviamo un pezzo distaccato, che rischia di far cadere i passanti disattenti.

IMG_20170908_131351-2

Non va meglio alla segnaletica: tra pali dei semafori piegati, cartelli mancanti e altri arredi urbani piegati (probabile risultato di qualche manovra azzardata degli automobilisti). In alcuni tratti, inoltre, l'asfalto è crepato o addirittura bucato, mentre i muretti perdono calcinacci, finiti - inevitalbilmente - sulla superfice calpestabile. 

Rifiuti e sosta selvaggia 

Alla mancata manutenzione degli arredi urbani, si aggiunge poi l'inciviltà dei cittadini. Durante il nostro sopralluogo è infatti facile trovare piccole 'discariche a cielo aperto' in ogni angolo: dalle isole ecologiche dove qualcuno ha abbandonato cartoni e bottiglie di plastica, ai parcheggi dove capita di trovare frammenti di vetro, fino alle tante aree verdi a bordo strada, dove ovunque è un fiorire di pacchetti di sigarette e cartacce abbandonate.

IMG_20170908_131045-2

Non mancano poi  le auto parcheggiate in sosta vietata, nonostante i tanti cartelli di segnalazione. Qualcuno, vista la presenza di attività commerciali, preferisce lasciarla invece in doppia fila, per poi spostare la vettura una volta terminata l'incombenza. Eppure in zona non si vedono ausiliari del traffico e, di conseguenza, è molto raro vedere gli automobilisti multati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento