Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Rifiuti in strada, l'appello del sindaco ai cittadini: "Segnalate chi sporca"

L'invito di Emiliano dalla sua pagina Facebook: "Postate foto e numeri di targa". E annuncia il pugno di ferro contro chi non rispetta le regole per il conferimento dei rifiuti

Non solo sacchetti di spazzatura, ma anche vecchi mobili, elettrodomestici ormai fuori uso, materassi. Vere e proprie discariche a cielo aperto, accanto ai cassonetti spesso stracolmi. Uno scenario che si ripete sempre uguale in diverse parti della città, senza troppe differenze tra quartieri più centrali e zone periferiche. Sulla pagina Facebook del sindaco Emiliano le lamentele per la sporcizia di strade e marciapiedi non si contano, tanto da spingere il primo cittadino a rinnovare il suo appello ai baresi affinchè collaborino nel segnalare e denunciare gli 'sporcaccioni' che non rispettano la città, abbandonando i rifiuti ovunque.

"Segnalate con le vostre fotografie coloro che commettono irregolarità, segnate numeri di targa, annotate indirizzi, insomma date una mano a tenere pulita la città e ad elevare sanzioni nei confronti di chi non collabora e ci crea tanti problemi di igiene e di costi aggiuntivi del servizio", scrive oggi sulla sua pagina Facebook Emiliano, che poi assicura: "La Polizia Municipale sarà particolarmente severa con coloro che non rispetteranno le norme del conferimento". Le multe, infatti, arrivano fino ai 600 euro.

"Se trovate i cassonetti della carta e della plastica troppo pieni - scrive ancora Emiliano - per favore non abbandonate per strada i rifiuti e riportateli a casa. Capisco che è un gran disagio, ma non siamo in grado di avere un numero di cassonetti tanto alto da gestire le ondate imprevedibili di conferimento da parte di più cittadini che senza ragione scelgono tutte lo stesso giorno per conferire carta e plastica. D'altra parte tenere lo spazio occupato con troppi cassonetti sottrae inutilmente posti auto". "I turni di ferie degli operatori ecologici che durante l'estate (approffittando del minor numero di persone presenti in città) sono solo un terzo dell'intera forza lavoro, si stanno esaurendo e tra poco avremo tutto il personale necessario disponibile".

Emiliano ha poi ricordato che per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti esiste un apposito servizio dell'Amiu: chiamando il numero verde 800011558 è possibile concordare il ritiro (gratuito fino ad un massimo di tre pezzi) con gli operatori, ad eccezione degli elettrodomestici che devono essere invece consegnati ai rivenditori che per legge sono tenuti a ritirarli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti in strada, l'appello del sindaco ai cittadini: "Segnalate chi sporca"

BariToday è in caricamento