Cronaca Ceglie del Campo / Via Lame

'Pendolari degli ingombranti' in aumento a Ceglie, nei cassonetti spuntano anche i tubi

La denuncia del comitato 'La rinascita'. Aree particolarmente colpite sono via Lamie, via Vittorio Veneto, Via Rubini e tutte le zone estreme, "dove il viavai di auto è continuo" spiegano

Tubi, pannelli di legno, scatole di cartone. Se in alcuni quartieri della città le fototrappole continuano a stanare gli incivili, in altri il fenomeno del sacchetto selvaggio non accenna a diminuire. Ad esempio a Ceglie, dove sono state scattate queste foto, che ritraggono uno dei cassonetti preferiti dai 'pendolari del rifiuto'. La denuncia arriva dal comitato 'La rinascita':

Via Lamie, via Vittorio Veneto, Via Rubini e tutte le zone estreme (come le lame naturali) sono prese d'assalto gia' dalle prime ore del mattino da piccoli artigiani e da soggetti senza scrupoli che si disfano senza dignita' dei propri ingombranti di ogni genere, impedendo il regolare utilizzo dei cassonetti per la differenziata a chi ne ha diritto

Ingombranti-3

I residenti, in particolare, puntano il dito contro chi abita nei comuni limitrofi e chiedono una maggiore presenza di vigili urbani o di fototrappole, in modo da fermare gli sporcaccioni che continuano a lasciare nel degrado le vie di un quartiere che non gli appartiene. "Provvederemo a notificare questa inadempienza al Comune - concludono dal Comune - considerate le cifre elevate da noi versate per la TARI, senza poter usufruire dei servizi che ci spettano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Pendolari degli ingombranti' in aumento a Ceglie, nei cassonetti spuntano anche i tubi

BariToday è in caricamento