Ingombranti a due passi dalle bancarelle, gli ambulanti di Carbonara chiedono più controlli: "Abbandonati dopo il mercatino delle pulci"

I venditori che ogni martedì occupano i posteggi dell'area di via Vaccarella puntano il dito contro il mercatino che si tiene due domeniche al mese e chiedono al Comune di installare telecamere: "Impossibile lavorare così"

"Ogni quindici giorni ci ritroviamo con questa situazione, siamo costretti a lavorare a due passi dai rifiuti. Non è possibile". I venditori ambulanti che ogni martedì occupano l'area parcheggio di via Vaccarella per il mercato settimanale sono stufi. A farsi portavoce del disagio dei venditori è Paolo Gonnella, del 'Coordinamento Ambulanti Bari'.

Il problema è rappresentato dai cassonetti stracolmi, ma soprattutto dai rifiuti ingombranti - vecchi mobili, sedie ormai rotte, pannelli di legno - che periodicamente vengono abbandonati sul retro della struttura di via Vaccarella, a due passi dagli stalli riservati agli ambulanti, che così il martedì mattina si ritrovano costretti a lavorare 'gomito a gomito' con la spazzatura. "Colpa del mercatino delle pulci", dicono gli ambulanti. Gli ingombranti - sostengono - sarebbero lasciati lì al termine del mercato che si tiene nell'area la prima e la terza domenica del mese.

"Succede puntualmente - afferma Gonnella - e da domenica scorsa i rifiuti non sono stati ancora rimossi. Senza contare i cassonetti pieni. Chiediamo più attenzione all'amministrazione, abbiamo già fatto tante segnalazioni, ma finora nulla è cambiato. Anche questa mattina - prosegue Gonnella - Abbiamo segnalato la situazione ai vigili". Gli operatori Amiu, come previsto dal calendario dei servizi assicurati dall'azienda, sono intervenuti questa mattina, dopo il mercato settimanale, ripulendo l'area.

Gli ambulanti chiedono che nel mercato vengano installate telecamere per scoraggiare gli incivili che, presumibilmente dopo il mercatino delle pulci domenicale, decidono di disfarsi della merce 'indesiderata' abbandonandola accanto ai cassonetti. Ma chiedono anche il potenziamento dei contenitori per la raccolta differenziata a disposizione degli operatori. Cassonetti che, comunque - ricorda Amiu - possono essere richiesti in qualsiasi momento rivolgendosi all'azienda stessa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' davvero brutto vedere un mercato di merci varie con questo scempio  - aggiunge Gonnella - In una giornata come quella di oggi, ad esempio, a ridosso delle feste, in molti sono arrivati anche da fuori, e trovare quei rifiuti lì non è davvero una bella presentazione, anche per la stessa città di Bari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Calci e pugni ai poliziotti nel reparto di ortopedia del Policlinico: arrestato 49enne a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento