menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area posta sotto sequestro

L'area posta sotto sequestro

Beccato a bruciare rifiuti ingombranti tra gli ulivi di Toritto: denunciato 54enne, area sotto sequestro

L'uomo, non residente nel comune barese, è stato beccato in flagranza di reato ieri. Sequestrato anche il mezzo con cui trasportava i rifiuti

Insospettiti dalle tante segnalazioni di roghi nell'agro di Toritto, gli agenti di polizia locale avevano disposto controlli approfonditi, che facevano il paio con le fototrappole installate su tutto il territorio comunale. E ieri mattina è stato beccato in flagranza di reato l'ennesimo incivile: si tratta di un 54enne originario di Grumo Appula, che era solito trasportare in un terreno privato di campagna rifiuti ingombranti di diverso tipo, per poi dar loro fuoco.

Gli agenti lo hanno fermato poco dopo l'inizio dell'ennesimo rogo, questa volta di mobili e materassi vari, in un terreno circondato da ulivi. Questa mattina è scattata così la denuncia per violazione dell'articolo 256 del Testo unico dell'ambiente (Attività di gestione di rifiuti non autorizzata), oltre al sequestro del mezzo con cui venivano trasportati i rifiuti - un Apecar Piaggio - risultata priva di revisione. L'area in cui venivano incendiati i rifiuti - che, come emerso da controlli successivi era nelle disponibilità dell'uomo denunciato - è stata posta sotto sequestro.

"Come già annunciato nelle scorse settimane - spiega la comandante della polizia locale di Toritto, Miriana Carparelli - la nostra attenzione sui reati ambientali è elevatissima. Non permetteremo che gesti come quello scoperto ieri si ripetano. Ecco perché abbiamo avviato delle task force in azioni anche di notte per scongiurare roghi di rifiuti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento