Divani, materassi e vecchi mobili: le strade del Libertà come discariche

Numerose le segnalazioni da diverse zone del quartiere: l'abbandono selvaggio di ingombranti sembra essere una 'moda' che purtroppo non passa

Rifiuti abbandonati in via Bovio

Via Bovio angolo via Indipendenza, via Bovio angolo via Fieramosca, via Crisanzio. Sono sono alcune delle segnalazioni fotografiche giunte nel giro di poche ore in redazione, da parte di cittadini che hanno immortalato la presenza di rifiuti ingombranti sui marciapiedi. Vere e proprie discariche agli angoli delle strade, in cui gli incivili di turno hanno abbandonato di tutto: divani, vecchi mobili, materassi, infissi.

Rifiuti che poi - stando a quanto segnalano i lettori - restano in strada anche per diversi giorni: "Via De Bernardis angolo via Bux: questi rifiuti sono qui ormai da giorni, anzi, ogni giorno si aggiunge un pezzo diverso", ci scrive una cittadina inviando le relative foto. Segnalazione simile das via Bovio angolo via Indipendenza: "Quel divano verde è lì da più di una settimana", scrive una lettrice. Una 'moda', insomma, quella dell'abbandono selvaggio di ingombranti che purtroppo sembra non tramontare mai. Per debellarla - forse - l'unica arma sarebbero controlli serratissimi con relative multe salate: quelli che i residenti che hanno a cuore il proprio quartiere continuano ad invocare ad ogni segnalazione inviata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento