Cronaca

Cassonetti dei rifiuti 'in divieto di sosta', i cittadini baresi 'multano' l'Amiu

L'iniziativa lanciata dal comitato Cinque Stelle Bari: multare simbolicamente 'per divieto di sosta' l'azienda di igiene urbana per i cassonetti lasciati fuori posto, sulle strisce blu

La città di Bari è sporca. Se ne discute ormai da settimane, da quando l'arrivo della stagione estiva ha reso più evidenti e meno sopportabili i disagi legati alle strade sporche, e ai rifiuti accumulati per strada. Ma di fronte alle rimostranze dei cittadini, il sindaco Emiliano ha difeso l'operato di Comune e Amiu, rilanciando la palla ai baresi. Se Bari è sporca, ha sottolineato a più riprese il primo cittadino sulla sua bacheca Facebook, la colpa è anche e soprattutto dei cittadini, che mostrano di non volere abbastanza bene alla loro città.

L'INIZIAT IVA DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE: "MULTA IL CASSONETTO ABUSIVO"

Ma se è vero che i baresi dovrebbero sforzarsi di estirpare certe brutte abitudini improntate all'inciviltà, ci saranno anche delle mancanze da parte dall'Amiu? E proprio da questa convinzione nasce l'iniziativa lanciata dal Movimento Cinque Stelle di Bari, che attraverso un video caricato su You Tube invita i cittadini a 'multare' simbolicamente l'azienda che gestisce il servizio di raccolta di rifiuti. Per cosa? Per divieto di sosta. Per tutti quei cassonetti, cioè, che anziché essere posizionati in appositi spazi vengono invece collocati altrove, magari sulle strisce riservate alle auto, creando disagi per cittaidni e automobilisti.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassonetti dei rifiuti 'in divieto di sosta', i cittadini baresi 'multano' l'Amiu

BariToday è in caricamento