Raccolta rifiuti porta a porta anche a Bari: in primavera al via da Palese a San Cataldo

Dopo i ritardi accumulati sembra che, questa volta, si possa davvero cominciare entro pochi mesi. Intanto prosegue il problema della 'migrazione' dell'immondizia dai centri limitrofi: "Cassonetti troppo pieni nei quartieri di confine"

Sarebbe dovuto partire già entro fine anno ma la burocrazia e e le lungaggini lo faranno slittare, con ogni probabilità, alla primavera: la 'rivoluzione' della raccolta differenziata 'porta a porta' a Bari è in rampa di lancio. Nei prossimi mesi i quartieri di Palese, Santo Spirito, Fesca, San Girolamo; Marconi e San Cataldo diranno addio ai classici bidoni per strada e dovranno cominciare a familiarizzare con bidoncini e pattumelle. Sono circa 50mila gli abitanti interessati dalla novità. Palazzo di Città e Amiu stanno ultimando gli ultimi dettagli per avviare il servizio: la procedura di gara per la fornitura delle pattumelle e dei cassonetti condominiali si è conclusa e tra qualche settimana verrà aggiudicata.

Dopodiché passeranno 45 giorni per la consegna materiale dei bidoncini e quindi la loro distribuzione. Nel frattempo Conai, il consorzio che si occupa di coordinare il passaggio al nuovo sistema, è in fase avanzata per quanto riguarda la campagna informativa. L'Amiu, infine, ha attivato tutte le procedure per lo scorrimento della graduatoria (prorogata di un anno dal Comune) del concorso per i dipendenti lanciato nel 2008, in modo da reperire nuove risorse umane da destinare alla raccolta: "Il Comune - spiega l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli - sta per avviare i bandi di reclutamenti di studenti universitari per  svolgere i ruolo di facilitatori, ovvero incontrare i cittadini, consegnare i kit e spiegare il nuovo sistema di raccolta". Cosa riceveranno gli abitanti dei quartieri interessati? In linea di massima, il 'pacchetto' conterrà bidoni e pattumelle per umido, carta, vetro, indifferenziato e per pannolini e pannoloni. Per la plastica e i metalli verranno fornite buste a parte. Sia le utenze singole e i condomini avranno contenitori con tag, ovvero sistemi per tracciare la tipologia e la quantità di rifiuti depositati. Per quanto riguarda, invece, le utenze non domestiche, i bidoni potranno anche non essere consegnati in kit. Il costo complessivo per l'acquisto dei bidoni è di circa 1 milione di euro.

Bari, dunque, si sta preparando a 'imitare' gli altri Comuni dell'hinterland, dove l'attivazione del servizio nell'Ati-Aro 2 e 5, ha portato ottimi risultati in termini di percentuale di raccolta, con punte anche superiori al 70%, ma anche peggiorato un problema per il capoluogo, ovvero le, purtroppo consuete, 'migrazioni' dei rifiuti indifferenziati verso la città, o peggio, nelle campagne. E' quanto avrebbe rilevato il Comune nelle ultime settimane, intensificando i controlli e le verifiche assieme alla Polizia Municipale. Incrociando i dati a fronte di un netto aumento della differenziata, nel capoluogo diminuisce in maniera marginale: nel 2015, in termini assoluti il Comune di Bari ha raccolto 120.190.838 kg di rifiuti indifferenziati e 66.631.630 kg di rifiuti differenziati. Nel 2016, invece dono stati raccolti 119.543.646 kg rifiuti indifferenziati e 71.793.007 kg di differenziata. 

Se andiamo, invece, a raffrontare i dati della produzione pro capite mensile di rifiuti in alcuni comuni dell'hinterland (numeri del Portale Ambientale della Regione Puglia) vi è una netta diminuzione delle quantità rilevate in un tempo decisamente ristretto: a Modugno si passa da 42,7 kg a luglio 2016 a 25,9 kg pro capite ad agosto per poi stabilizzarsi a 29,65 a settembre. A Bitritto, invece dai 41,11 kg a novembre 2016 si scende ai 26,49 kg a dicembre 2016. Dall'altra parte, invece, Comune e Amiu avrebbero rilevato un netto aumento dei rifiuti conferiti nei cassonetti di quartieri come Loseto e San Paolo, confinanti con alcuni comuni dell'hinterland. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento