Cronaca

Raccolta rifiuti porta a porta anche a Bari: in primavera al via da Palese a San Cataldo

Dopo i ritardi accumulati sembra che, questa volta, si possa davvero cominciare entro pochi mesi. Intanto prosegue il problema della 'migrazione' dell'immondizia dai centri limitrofi: "Cassonetti troppo pieni nei quartieri di confine"

Sarebbe dovuto partire già entro fine anno ma la burocrazia e e le lungaggini lo faranno slittare, con ogni probabilità, alla primavera: la 'rivoluzione' della raccolta differenziata 'porta a porta' a Bari è in rampa di lancio. Nei prossimi mesi i quartieri di Palese, Santo Spirito, Fesca, San Girolamo; Marconi e San Cataldo diranno addio ai classici bidoni per strada e dovranno cominciare a familiarizzare con bidoncini e pattumelle. Sono circa 50mila gli abitanti interessati dalla novità. Palazzo di Città e Amiu stanno ultimando gli ultimi dettagli per avviare il servizio: la procedura di gara per la fornitura delle pattumelle e dei cassonetti condominiali si è conclusa e tra qualche settimana verrà aggiudicata.

Dopodiché passeranno 45 giorni per la consegna materiale dei bidoncini e quindi la loro distribuzione. Nel frattempo Conai, il consorzio che si occupa di coordinare il passaggio al nuovo sistema, è in fase avanzata per quanto riguarda la campagna informativa. L'Amiu, infine, ha attivato tutte le procedure per lo scorrimento della graduatoria (prorogata di un anno dal Comune) del concorso per i dipendenti lanciato nel 2008, in modo da reperire nuove risorse umane da destinare alla raccolta: "Il Comune - spiega l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli - sta per avviare i bandi di reclutamenti di studenti universitari per  svolgere i ruolo di facilitatori, ovvero incontrare i cittadini, consegnare i kit e spiegare il nuovo sistema di raccolta". Cosa riceveranno gli abitanti dei quartieri interessati? In linea di massima, il 'pacchetto' conterrà bidoni e pattumelle per umido, carta, vetro, indifferenziato e per pannolini e pannoloni. Per la plastica e i metalli verranno fornite buste a parte. Sia le utenze singole e i condomini avranno contenitori con tag, ovvero sistemi per tracciare la tipologia e la quantità di rifiuti depositati. Per quanto riguarda, invece, le utenze non domestiche, i bidoni potranno anche non essere consegnati in kit. Il costo complessivo per l'acquisto dei bidoni è di circa 1 milione di euro.

Bari, dunque, si sta preparando a 'imitare' gli altri Comuni dell'hinterland, dove l'attivazione del servizio nell'Ati-Aro 2 e 5, ha portato ottimi risultati in termini di percentuale di raccolta, con punte anche superiori al 70%, ma anche peggiorato un problema per il capoluogo, ovvero le, purtroppo consuete, 'migrazioni' dei rifiuti indifferenziati verso la città, o peggio, nelle campagne. E' quanto avrebbe rilevato il Comune nelle ultime settimane, intensificando i controlli e le verifiche assieme alla Polizia Municipale. Incrociando i dati a fronte di un netto aumento della differenziata, nel capoluogo diminuisce in maniera marginale: nel 2015, in termini assoluti il Comune di Bari ha raccolto 120.190.838 kg di rifiuti indifferenziati e 66.631.630 kg di rifiuti differenziati. Nel 2016, invece dono stati raccolti 119.543.646 kg rifiuti indifferenziati e 71.793.007 kg di differenziata. 

Se andiamo, invece, a raffrontare i dati della produzione pro capite mensile di rifiuti in alcuni comuni dell'hinterland (numeri del Portale Ambientale della Regione Puglia) vi è una netta diminuzione delle quantità rilevate in un tempo decisamente ristretto: a Modugno si passa da 42,7 kg a luglio 2016 a 25,9 kg pro capite ad agosto per poi stabilizzarsi a 29,65 a settembre. A Bitritto, invece dai 41,11 kg a novembre 2016 si scende ai 26,49 kg a dicembre 2016. Dall'altra parte, invece, Comune e Amiu avrebbero rilevato un netto aumento dei rifiuti conferiti nei cassonetti di quartieri come Loseto e San Paolo, confinanti con alcuni comuni dell'hinterland. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta rifiuti porta a porta anche a Bari: in primavera al via da Palese a San Cataldo

BariToday è in caricamento