menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti smaltiti in una cava: sequestrata discarica abusiva a Gravina

Irregolarità nell'attività di gestione dei rifiuti sono state riscontrate dagli Uomini del Corpo forestale. Due le persone denunciate

Una discarica abusiva è stata scoperta e sequestrata dal Corpo forestale dello Stato all’interno di una cava sita in località "Castello Vasciolella", a Gravina, nei pressi del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

In particolare, i forestali hanno accertato il trattamento abusivo di grosse quantità di rifiuti provenienti da demolizioni edilizie su aree sprovviste delle dovute autorizzazioni. L’attività di recupero degli inerti, infatti, sebbene provvista delle autorizzazioni regionali, "avveniva in modo anomalo e contravvenendo le disposizioni contenute nei titoli abilitanti l’attività". "L’analisi sui registri aziendali di carico e scarico rifiuti - spiega ancora la Forestale - permetteva di accertare che erano state gestite una quantità di rifiuti di molto oltre il limite consentito di 3.000 tonnellate. Inoltre erano stati trattati e gestiti rifiuti non inserti in autorizzazione".

Alcune aree aziendali, con i relativi rifiuti stoccati, sono state quindi sequestrate insieme ai registri contabili inerenti le movimentazioni dei rifiuti. Due soggetti sono stati denunciati all'autorità giudiziaria: dovranno rispondere del reato di attività irregolare di gestione di rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento