rotate-mobile
Cronaca

Rifiuti, telecamere contro gli incivili: arrivano le prime multe. Decaro: "Da oggi sanzioni fino a mille euro"

Dieci gli sporcaccioni beccati dalle 'fototrappole' installate dalla Municipale: per loro sanzioni da 700 euro. Ma il primo cittadino annuncia un inasprimento della multa

Materiali di risulta abbandonati accanto ai cassonetti dall'impresa edile, o ancora, un elettrodomestico fatto a pezzi in pieno giorno, davanti ad un bidone, da un operaio che si occupa di sgomberi. Sono solo alcuni dei casi di abbandono di rifiuti ingombranti scoperti grazie alle sei prime telecamere posizionate in città per arginare il fenomeno.

Dieci finora gli sporcaccioni 'stanati' grazie alle fototrappole, che si sono visti recapitare altrettante multe da 700 euro (100 euro per il decoro urbano più 600 euro abbandono dei rifiuti Testo unico ambiente). Ma la lotta agli incivili è solo all'inizio, e il sindaco Decaro, presentando in mattinata i primi risultati relativi all'installazione degli 'occhi elettronici', ha annunciato subito una novità: da domani chi sarà beccato ad abbandonare un rifiuto ingombrante in strada, andrà incontro ad una sanzione da mille euro.  "Con la delibera approvata oggi - ha spiegato Decaro - abbiamo deciso di rideterminare la sanzione per il decoro urbano fino a 400 euro. Questo significa che chi abbandonerà i rifiuti o altri materiali di scarto avrà una sanzione di 1000 euro". "Abbiamo cominciato dalle periferie perché sappiamo che un grande quantitativo di ingombranti arrivano dai Comuni limitrofi dove, avendo introdotto il servizio di raccolta porta a porta, i cittadini o le aziende non trovano i cassonetti. Siamo decisi a condurre una battaglia senza esclusione di colpi su questo fenomeno, controlleremo che le sanzioni siano pagate e non esiteremo a multare anche i singoli cittadini filmati ad abbandonare anche una sola sedia vicino ad un cassonetto".  

VIDEO: LO 'SPORCACCIONE' BECCATO DALLE TELECAMERE

Intanto, ha ricordato il primo cittadino, Amiu ha potenziato il servizio per la raccolta gratuita di ingombranti, così come prosegue il programma a premi 'Chi differenzia ci guadagna', per incentivare i cittadini alla differenziata. Ma Decaro ha anche rinnovato il suo appello ai baresi, affinché non solo rispettino le regole del corretto conferimento, ma segnalino anche chi non lo fa, allertando all'occorrenza la Polizia municipale. I controlli con le telecamere - che presto aumenteranno di numero - intanto proseguono a rotazione, con particolare attenzione ai punti più critici della città.

"Siamo partiti con 6 telecamere, posizionate e gestite dalla Polizia municipale, ma le incrementeremo - conclude l’assessore al ramo Petruzzelli-. Le immagini che abbiamo mostrato sono poche solo perché non intendiamo svelare le zone in cui le abbiamo collocate, perché riteniamo ci siano altri incivili da stanare. Ovviamente le telecamere saranno piazzate nei luoghi più sensibili della città. Con il provvedimento approvato oggi stiamo tentando di contrastare, con maggiore fermezza e con uno strumento in più, il fenomeno dell’abbandono selvaggio dei rifiuti".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, telecamere contro gli incivili: arrivano le prime multe. Decaro: "Da oggi sanzioni fino a mille euro"

BariToday è in caricamento