Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Carrassi

Trasportava rifiuti con il furgone senza autorizzazione, ultrasessantenne denunciato dopo il controllo a Carrassi

Nel Fiat Ducato dell'uomo sono stati ritrovati materiali Raee, reti metalliche e masserizie vari, forse frutto dello svuotamento abusivo di una cantina. Il mezzo è stato sequestrato

Sorpreso a trasportare rifiuti di vario genere sul suo furgone senza autorizzazione per lo smaltimento. È stato così denunciato a Bari un untrasessantenne, fermato in mattinata dagli agenti del Nucleo 'antidegrado ambientale' della polizia locale di Bari: durante un controllo a Carrassi, nel vano del Fiat Ducato sono stati trovati materiali Raee televisori,  forni microonde, ecc.), reti metalliche e masserizie varie, per la maggior parte era sicuramente destinato ad essere abbandonato in qualche sito periferico, probabilmente provenienti da una cantina che l'uomo aveva svuotato abusivamente. Dovrà ora rispondere per i reati ambientali di gestione illecita di rifiuti, della obbligatoria iscrizione all'Albo dei Gestori ambientali e del prescritto Formulario di Identificazione dei Rifiuti (F.I.R.). Il mezzo, sottoposto a sequestro giudiziario, è stto confiscato. 

"I Servizi della Polizia Locale di Bari di controllo del territorio proseguiranno con la massima attenzione a salvaguardia dell'ambiente e del nostro territorio. 
Indagini ancora in corso per individuare i committenti dei lavori e del servizio - spiega il comandante della Locale, Michele Palumbo - L'appello ai cittadini è di diffidare di soggetti che per pochi soldi offrono un servizio di smaltimento spesso abusivo e privo di qualsiasi certificazione ambientale o autorizzazione amministrativa, anche perché ne rispondono in concorso e in via solidale per le violazioni accertate. Esistono ditte regolarmente autorizzate a svolgere tali prestazioni che operano nel rispetto delle norme e della tutela ambientale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasportava rifiuti con il furgone senza autorizzazione, ultrasessantenne denunciato dopo il controllo a Carrassi

BariToday è in caricamento