Il Galesus torna al largo: disincagliato il rimorchiatore bloccato nelle acque del lungomare

Le operazioni, cominciate questa mattina a cura della Rimorchiatori napoletani srl, con la supervisione della Guardia costiera, si sono concluse nel primo pomeriggio: l'imbarcazione, arenatasi lo scorso 23 febbraio, è stata liberata

Il rimorchiatore Galesus

Il rimorchiatore Galesus torna 'libero'. Le operazioni di disincaglio dell'imbarcazione, arenatasi lo scorso 23 febbraio nelle acque antistanti Pane e Pomodoro nel tentativo di soccorrere la Efe Murat, si sono concluse con successo intorno alle 15.30 di questo pomeriggio.

I mezzi della società Rimorchiatori napoletani srl erano entrati in azione già da questa mattina, sotto la vigilanza degli uomini della Guardia Costiera. Operazioni complesse che, dopo alcuni tentativi andati a vuoto, hanno portato all'effettivo disincaglio del Galesus, che ha così potuto fare ritorno in porto con i tre membri dell'equipaggio che in questi giorni non avevano mai lasciato la nave.

Intanto in mattinata sono proseguite anche le operazioni a bordo del mercantile turco Efe Murat. Attraverso il motopontone Eliseo è stata aspirata altra acqua - pulita - che si era accumulata a bordo. L'obiettivo è quello di raggiungere un buon livello di galleggiabilità della nave, in vista delle successive operazioni di rimozione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento