Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Stanic / Viale Gil Biagio Accolti

Assalti a supermercati, identificato rapinatore: "Cercava complici su Facebook"

Almeno tre i colpi attribuiti al 21enne Rinaldo Putignano: in uno di questi, avvenuto il 19 marzo all'Eurospin di via Accolti Gil, Putignano rimase ferito durante un conflitto a fuoco con i poliziotti. Ma i carabinieri gli contestano almeno altri due episodi

'Reclutava' complici per le sue rapine anche su Facebook, postando annunci ironici, senza esitare a pubblicare foto che lo ritraevano, pistola in pugno, con in braccio un bimbo di pochi mesi. E' quanto hanno scoperto i carabinieri dalla Compagnia di Bari San Paolo scandagliando la vita privata del 21enne Rinaldo Putignano, il giovane che lo scorso 19 marzo rimase ferito in un conflitto a fuoco con la polizia durante una rapina all'Eurospin di via Accolti Gil.

VIDEO: LE RAPINE A EUROSPIN ED EUROSPAR

Da quel giorno il 21enne è ricoverato in stato di detenzione presso il Policlinico di Bari. L'episodio però ha fatto partire ulteriori indagini dei carabinieri, per accertare l'eventuale responsabilità del giovane in altre rapine commesse nella zona. In particolare, un'altra foto pubblicata su Fb - in cui il 21enne festeggiava spumante alla mano una presunta rapina riuscita - avrebbe consentito agli investigatori di attribuirgli anche un altro colpo, messo a segno da solo soltanto un giorno prima, il 18 marzo, all'Eurospar, sempre al quartiere San Paolo. Ad incastrare il giovane sarebbero stati gli indumenti usati durante il colpo, e ancora indossati nella foto. Una seconda rapina contestata risale invece al 19 gennaio, quando il giovane - questa volta con un complice - avrebbe svaligiato le casse dell'Eurospin di via Accolti Gil, poi nuovamente finito nel mirino del giovane a marzo.

"Dai filmati - sottolineano gli investigatori - emerge un’impressionante disinvoltura nell’entrare con la pistola in pugno all’interno dei supermercati, sotto lo sguardo terrorizzato di cassiere e inermi cittadini, con figli e nipotini al seguito". "Putignano faceva rapine con la stessa naturalezza con cui gli altri facevano la spesa".

A conclusione delle indagini i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere: il 21enne è accusato di rapina a mano armata in concorso e porto abusivo di pistola.

Foto_bambino-3-2


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalti a supermercati, identificato rapinatore: "Cercava complici su Facebook"

BariToday è in caricamento