Cronaca

Pioggia di rinunce per i presidenti di seggio in città: fanno paura soprattutto le postazioni Covid

Il 100 per cento dei rinunciatari nei seggi Covid e il 70 per cento nei 345 restanti in città sono stati sostituiti dal Comune. Per gli scrutatori il dato si attesta al 40 per cento

Pioggia di rinunce a Bari per il posto di presidente di seggio, in particolare di quelli Covid (un principale allestito nel Policlinico e tre itineranti) dove il Comune è dovuto intervenire per sostituire il 100 per cento dei chiamati. Il 70 per centi dei rinunciatari nei 345 seggi elettorali nel capoluogo è stato anch'esso sostituito, garantendo così la copertura per le operazioni di voto in vista del referendum e delle elezioni regionali. 

Per i seggi Covid ci si è avvalsi di volontari della Protezione civile che ieri pomeriggio hanno fatto un corso di formazione con personale dello Spesal, al termine del quale due si sono tirati indietro e sono stati ulteriormente sostituiti. Migliore il dato delle rinunce degli scrutatori: il 40 per cento a rinunciato a presenziare, è sarà sostituito una volta insediati i seggi alle 16 di oggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioggia di rinunce per i presidenti di seggio in città: fanno paura soprattutto le postazioni Covid

BariToday è in caricamento