Caserma Rossani, altro passo avanti: dal Comune sì all'Urban center'

Approvato il progetto definitivo per il rifacimento della ex palazzina spogliatoi, destinata a diventare luogo per le associazioni e il territorio. Primo via libera anche per la Casa della Cittadinanza, nel vecchio edificio mensa

Il Comune ha approvato, nel corso dell'ultima riunione di GIunta, il progetto definitivo per il recupero della palazzina ex spogliatoi nell'area Rossani: il restauro, per un importo complessivo di 510mila euro, è stato redatto, nell’ambito di un appalto integrato, dall’impresa appaltatrice Pasquale de Marco srl, e ha ottenuto l'ok della Sovrintendenza. L'edificio ospiterà il nuovo Urban Center dedicato, tra le altre cose, al mondo associativo. Nei giorni scorsi sono stati effettuati alcuni lavori di pulizia dell'area, propedeutici alla visita tecnica di Comune e Sovrintendenza. 

Sempre nell'ambito del recupero Rossani l'assessorato ai Lavori Pubblici ha sottoposto alla Giunta cittadina il progetto preliminare per la riqualificazione di un altro edificio nel complesso, la palazzina mensa e palestra, da destinare a 'Polo integrato di servizi per il quartiere - Casa della cittadinanza' rivolto a famiglie, bimbi, anziani e associaizoni cittadine L’edificio sarà interessato da opere di demolizione e ricostruzione del solaio, fortemente degradato, di rifacimento degli impianti tecnologici e di sistemazione di tutte le are esterne con prioritaria salvaguardia della vegetazione esistente, per un importo complessivo stimato in 3,4 milioni di euro

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’area della ex Caserma Rossani - dichiara l’assessore cittadino all'Urbanistica, Carla Tedesco - si trasformerà in un grande centro di attrazione sociale e culturale che ospiterà sia servizi rivolti ad un bacino di utenza metropolitano, anche grazie alla sua posizione strategica di vicinanza alla stazione centrale come il polo bibliotecario regionale che comprende Teca del Mediterraneo e Mediateca, sia servizi destinati all’utenza cittadina, rivolti al quartiere e ai suoi abitanti. È questa l’idea emersa nel corso del percorso partecipativo, un’idea che ha preso forma concreta attraverso la progettazione preliminare del “Polo integrato di servizi per il quartiere-Casa della cittadinanza” predisposto dalla ripartizione IVOP. Vogliamo che la riqualificazione dell’area della ex caserma funga da catalizzatore di un più ampio processo di rigenerazione urbana per l’intero quartiere, un’ area centrale della città in cui sono purtroppo presenti ampie zone di deprivazione sociale e culturale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Calci e pugni ai poliziotti nel reparto di ortopedia del Policlinico: arrestato 49enne a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento