Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Carrassi / Estramurale Capruzzi

Caserma Rossani, giù il muro: al suo posto una 'barriera' verde'

Il Comune ha consegnato alla Sovrintendenza il progetto elaborato dallo stiduo Fuksas: prevista anche la riqualificazione di via De Bellis. Galasso: "Analoghi interventi anche su via Giulio Petroni e Corso Benedetto Croce"

Via il muro perimetrale e al suo posto una 'barriera verde': il nuovo look della Caserma Rossani passerà proprio dal nuovo 'confine' tra l'area del parco e il resto della città. Il Comune ha infatti consegnato alla Sovrintendenza la rimozione della 'cortina' di cemento nel progetto elaborato dallo studio Fuksas: i rendering riguardano la zona degli ex campi sportivi e via De Bellis, pronta a diventare un percorso pedonale riqualificato con accessi carrabili per garage e attività di carico e scarico per i locali commerciali esistenti, lì dove adesso stazionano autobus extraurbani e auto. La muratura esistente lascerà spazio a una barriera che consentirà di vedere all'interno: "In maniera analoga - ha affermato l'assessore comunale ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - si procederà anche per corso Benedetto Croce e via Giulio Petroni. L’obiettivo finale sarà rendere aperto e visibile ai cittadini il grande parco che prevede ampi spazi verdi, viali e percorsi ciclopedonali, skatepark, campo polifunzionale, aree ludiche attrezzate, orti urbani ed aree per cani, così come da proposta".

“In fase di definizione del progetto ci siamo resi conto che la riqualificazione dell'area ex caserma Rossani non poteva prescindere dalla riqualificazione anche delle strade attigue – prosegue Galasso -. L'ipotesi di rimuovere l'attuale muratura esistente in quel tratto, sostituendola con una barriera verde, ci è piaciuta perché ci permetterà di intervenire sulle strade che circoscrivono la Rossani e rendere libera la visuale del parco dall’esterno, migliorandone anche la sicurezza e l'accessibilità. Nei prossimi giorni, non appena ricevuto riscontro dalla Sovrintendenza circa la fattibilità di questa nostra ipotesi di rimozione ed arretramento del confine del parco, potremo dare seguito alla definizione degli ultimi aspetti di dettaglio del progetto esecutivo del  parco, che è stato condiviso e rimodulato anche con i cittadini durante gli incontri del percorso di partecipazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caserma Rossani, giù il muro: al suo posto una 'barriera' verde'

BariToday è in caricamento