menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paga per anni la tassa illegittima per il permesso di soggiorno, il Tribunale risarcisce cittadino straniero

L'uomo, assistito dalla Cgil Puglia, ha ricevuto dal Foro barese 440 euro più il rimborso delle spese legali. La tassa, introdotta nel 2011, è stata dichiarata illegittima lo scorso ottobre dal Consiglio di Stato

Risarcire i cittadini stranieri che hanno versato indebitamente la tassa per il permesso di soggiorno. La decisione arriva dal Tribunale di Bari, al termine della battaglia della Cgil Bari e Inca a fianco di un migrante regolare in Puglia, che dal 2012 ha dovuto pagare la tassa per il rilascio del documento. Il provvedimento era stato introdotto nel 2011 dagli allora ministri guidati da Maroni e Tremonti e prevedeva un esborso dagli 80 ai 200 euro

Il Tribunale di Bari ha decretato che l'uomo dovrà ricevere un rimborso di 440 euro, oltre agli interessi legali e alle spese di lite, perché la somma è stata versata indebitamente. Su appello della Cgil e dell'Inca, infatti, nel 2015 la Corte di giustizia europea aveva indicato illegittima la tassa, decisione poi accolta lo scorso anno anche dal Consiglio di Stato, l'organo giudiziario che si occupa delle cause di diritto amministrativo in appello. 

Da allora le delegazioni regionali del sindacato hanno assistito diversi cittadini stranieri che hanno fatto richiesta di risarcimento. La Cgil di Bari e l'Inca hanno presentato ricorso per il cittadino straniero attraverso gli avvocati Vittorio Angiolini, Luca Santini e Mariacesarea Angiuli al Tribunale, ottenendo così un risarcimento dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, il ministero degli Interni e il ministero della Economia e delle Finanze. Non mancano altri casi al Sud di risarcimento - per cui è stata disposta una cifra totale di 500 milioni di euro, corrisposti dai cittadini stranieri da gennaio 2012 -, l'ultimo a favore di una famiglia di Napoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento