Cronaca

Marò, familiari tranqulli: "Le voci sulla pena di morte saranno smentite"

Il fratello di Salvatore Girone all'Ansa: "Non è la prima volta che circolano voci simili, ma sappiamo che è una legge inapplicabile ai nostri ragazzi"

"Siamo tranquilli, queste voci sulla pena di morte girano da tempo ma, come ha più volte ribadito anche De Mistura, sappiamo benissimo che è una legge inapplicabile ai nostri ragazzi e senz'altro verrà smentita nei prossimi giorni", così Alessandro Girone, fratello del marò Salvatore, ha commentato ai microfoni dell'Ansa la notizia diffusa questa mattina da un quotidiano indiano, secondo cui i due fucilieri pugliesi rischierebbero la pena di morte.

"Questa mattina - ha aggiunto Alessandro - ho avuto modo di sentire Salvatore tramite messaggi: mi ha rassicurato e mi ha detto che poi mi spiegherà". "Inoltre - ha proseguito il fratello del marò - se il governo indiano insisterà" sulla pena di morte, "sappiamo che il governo italiano ha delle contromisure da applicare". "Ma non crediamo che si arriverà a questo: bisogna soltanto stare tranquilli", ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, familiari tranqulli: "Le voci sulla pena di morte saranno smentite"

BariToday è in caricamento