Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Lesioni permanenti all'occhio dopo la rissa in discoteca: due anni all'aggressore

Il fatto la notte del 15 agosto 2011 a Castro, in Salento. Giuseppe Caricola, 30enne barese, ha patteggiato una condanna a due anni di reclusione (pena sospesa): era accusato di aver sferrato un violento pugno che è costato una lesione permanente all'occhio della vittima, un 27enne di Andria

LECCE – Ha patteggiato una condanna a due anni di reclusione (pena sospesa), per lesioni gravissime, Giuseppe Caricola, 30enne barese, uno dei protagonisti della folle notte ferragostana del 2011, contraddistinta da risse e aggressioni nei pressi dei più noti locali notturni del Salento. La sentenza è stata emessa dal gip Cinzia Vergine.

A Castro, nei pressi della discoteca Blu Bay, ci fu una violenta rissa: ad avere la peggio un 27enne di Andria, colpito ripetutamente da una pioggia di calci e pugni da parte di un gruppo di ragazzi, alcuni dei quali riuscirono a fuggire.

Sulle loro tracce si misero i carabinieri della compagnia di Tricase, intervenuti sul posto insieme ai colleghi della stazione di Spongano. Le indagini dei militari dell’Arma (guidati all’epoca dal maggiore Andrea Bettini), tanto rapide quanto efficaci, permisero di identificare uno degli aggressori. In manette finì proprio Caricola (scarcerato poco dopo), accusato di aver sferrato un violento pugno che è costato una lesione permanente all’occhio della vittima. Dopo una lunga degenza, infatti, il ragazzo andriese ha purtroppo subito una notevole compromissione della vista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lesioni permanenti all'occhio dopo la rissa in discoteca: due anni all'aggressore

BariToday è in caricamento