Ristorazione a Bari: nuove norme per la gestione dei fumi di cucina

‘L’ambiente chiama, Bari risponde’: venerdì tavola rotonda sull’ordinanza del Comune riguardante i fumi prodotti dalle attività ristorative. Per ristoranti, pizzerie e friggitorie di Bari entro il 2017 obbligatorie le canne fumarie con deroghe solo in casi eccezionali.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Una svolta a favore dell'ambiente nell'annosa problematica riguardante lo scarico dei fumi delle cucine professionali di numerosissimi ristoranti, pub, pizzerie e friggitorie baresi. Con l'ordinanza n.2014/1057 il Comune di Bari è tra le prime amministrazioni a livello nazionale nel porre limiti stringenti nell'emissione in atmosfera dei fumi e vapori prodotti dagli esercizi ristorativi: dal maggio 2017, infatti, saranno vietati i sistemi di scarico a parete e rese obbligatorie le canne fumarie con sbocco in terrazza, a eccezione di casi particolari, verificati dal Comune e per i quali dovranno essere adottati idonei sistemi di trattamento dei fumi.

Di questa importante novità per il settore si parlerà venerdì 30 gennaio a partire dalle 9 durante la tavola rotonda 'L'ambiente chiama, Bari risponde' promossa a Villa Framarino, nei pressi dell'aeroporto Bari-Palese, da Meeting Planner. Invitati a intervenire il sindaco di Bari Antonio Decaro, l'assessore comunale all'Ambiente Pietro Petruzzelli, l'assessore regionale alla Qualità dell'ambiente Lorenzo Nicastro e rappresentanti di ANCI, ARPA Puglia, ASL Bari e Comune di Bari.

Nell'occasione si presenterà un'altra innovazione made in Puglia, concepita dalla EffeQuadro di Bari: un sistema di nuova concezione per lo scarico dei fumi delle cucine professionali che tratta l'aria captata dall'esterno immettendola negli ambienti di lavoro e, successivamente, emette in atmosfera, attraverso uno scarico a parete, l'aria esausta delle cucine dopo il suo filtraggio e trattamento. Coperto da brevetto europeo e concepito dopo anni di studi, il sistema rappresenta una novità per il settore della ristorazione favorendo, al tempo stesso, la salubrità dell'ambiente esterno e il benessere degli operatori delle cucine professionali.

PROGRAMMA

Inizio lavori ore 9

Invitati a partecipare:

Lorenzo Nicastro, assessore Qualità dell'ambiente della Regione Puglia

Antonio Decaro, sindaco di Bari

Pietro Petruzzelli, assessore Ambiente e sport del Comune di Bari

Massimo Posca, consigliere nazionale ANCI

Vincenzo Campanaro, ripartizione Tutela Ambiente, Sanità, Igiene del Comune di Bari

Enrico Caputo, servizio Igiene e Sanità Pubblica ASL Bari

Nicola Gagliardi, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell'Ambiente

Fulvio Longo, servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro ASL Bari

Giustiniano Armenise, ideatore del sistema e amministratore unico di EffeQuadro sas

Modera:

Antonio Stornaiolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento