Santo Spirito, la raccolta differenziata cresce con il porta porta. Ora tocca a Palese

Il dato medio in tre settimane è di 75,24%. Dal 28 luglio anche l'area da via Titolo alla stazione avvierà il nuovo sistema. Presentate anche le 3 'etichette' per valutare la raccolta

"Il dato è confortante, ma siamo sicuri che continuerà a crescere": gongola l'assessore all'Ambiente per i risultati in media delle prime tre settimane di avvio della raccolta differenziata porta a porta. Da quando le pattumelle hanno fatto il loro ingresso in case, uffici e negozi delle prime tre sottozone di Santo Spirito, la percentuale di differenziata è arrivata al 75,24 percento, nettamente più alto rispetto al 31,5 percento riscontrato a luglio dell'anno scorso con il vecchio metodo dei cassonetti. 

L'AVVIO A PALESE DEL PORTA A PORTA

Un risultato che l'amministrazione ha molto apprezzato e che ora spera di bissare anche nel nuovo quartiere dove sarà avviato il porta a porta. Dal 28 luglio infatti la raccolta di carta, cartone, vetro, metalli, plastica, organico e verde con le pattumelle coinvolgerà anche una sottozona di Palese. "L'area interessata è quella che va dal lungomare alla zona di via Titolo e via Capitaneo - ha spiegato l'assessore questa mattina durante un incontro a Palazzo di città -, fino alla stazione ferroviaria. Il mare e i binari saranno quindi i confini di questa nuova sperimentazione. Poi ci sposteremo nella zona oltre la stazione ferroviaria".

Entro due settimane quindi gli ecofacilitatori e gli operatori dell'Amiu distribuiranno a tutte le utenze domestiche e non domestiche le pattumelle, mentre i condomini avranno i 'carrellati', dove saranno raccolti i rifiuti per poi essere rimossi. Quando anche l'area di Palese sarà totalmente coperta dal servizio, il Comune conta di avviare lo startup anche nella zona di Catino.

IMG_20170714_114057-2

I RISULTATI RISPETTO A LUGLIO 2016

Guardando i dati si nota che il 'salto' maggiore nella raccolta differenziata l'ha fatto l'organico e il verde, passando in un anno dal 7,5 percento al 34,7 percento. Seguono a ruota imballaggi di plastica e metalli (dal 3,5 percento al 12) e imballaggi di vetro (dal 3,5 percento all'11,5). Rimane fissa la percentuale di carta e cartone (8 percento) e imballaggi di cartone (9 percento). "Questo perché sul riciclo di questi materiali siamo da sempre un'eccellenza - ha commentato Petruzzelli -. Siamo stati citati dalla Comieco perché nella raccolta di carta e cartone rispetto alla media italiana di 50 chili all'anno a persona, noi ne buttiamo correttamente 90 chili. Un risultato eccezionale".

Proprio sull'organico però ci sono state le maggiori proteste da parte dei residenti del quartiere, riportante dal consigliere comunale Michele Picaro: "Molti chiedono di aumentare il numero di giorni di raccolta dei rifiuti organici, perché in questo periodo di caldo gli odori sono sgradevoli". Una soluzione che però da Palazzo di città ancora non pensano di adottare.

SANZIONI ED 'ETICHETTE DEL RICICLO'

Nonostante i primi problemi nella fase di avvio, l'ingrediente principale per la buona riuscita dell'operazione sono stati i cittadini, come confermato dallo stesso assessore. "Sono stati davvero pochi coloro che non hanno capito i meccanismi - spiega - e a queste persone siamo stati attenti a spiegare bene quali sono i comportamenti corretti, senza sanzionarli, almeno per il momento". Già, perché se finora il Comune ha usato il guanto di velluto nei confronti di coloro che non riciclavano correttamente - fatta eccezione per chi abbandona i sacchetti al di fuori dei cassonetti o chi sfrutta la 'migrazione dei rifiuti - l'assessore ha promesso nelle prossime due settimane di multare i primi comportamenti sbagliati nelle aree dove il porta a porta è già attivo da più tempo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fino ad allora sarà segnalato il livello di 'bravura' nel riciclare con tre diverse etichette colorate, che saranno apposte sul manico delle pattumelle: verde per chi dispone correttamente i rifiuti nelle pattumelle, gialla per chi commette qualche errore (conferimento nel giorno sbagliato), rosso per chi sbaglia completamente a differenziare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento