Cronaca

Ritardi nelle pulizie e inciviltà: un mix letale per la città

Aumenta a dismisura la presenza in strada di rifiuti fuori dai cassonetti, spesso anche di natura particolare come gli elettrodomestici. Ai ritardi dell'Amiu, si aggiunge l'inciviltà dei cittadini

Solitamente nella stagione estiva vi è un calo fisiologico dell'operatività collettiva. Vuoi per le ferie, vuoi per il caldo, spesso ci si ritrova a dover fare i conti con carenze strutturali e organizzative di alcuni settori. Uno di questi è quello relativo alla pulizia delle strade: di frequente, infatti, durante l'estate la raccolta dei rifiuti è più sporadica e si assiste a montagne di rifiuti che sovrastano (o circondano) i cassonetti della città. Se, però, le stesse scene si ripresentano anche in pieno settembre, significa che qualcosa non va. Sono sempre più i posti di Bari, infatti, in cui la pulizia delle strade e dei bidoni pare essere diventata utopia. E questo non è attribuibile solo ai disservizi e ai ritardi dell'Amiu: la cittadinanza, infatti, fa poco o nulla per aiutare lo smaltimento. Girando per la città, infatti, mi è capitato di vedere di tutto: Da San Pasquale a Madonnella, da Japigia a Murat, basta farsi un rapido giro in auto per osservare, oltre alle 'classiche' montagne di buste e sacchetti, masse di cartoni vuoti, cassette, pedane e travi di legno, indumenti e scarpe (probabilmente destinati alle raccolte per i più bisognosi) appoggiati accanto ai cassonetti e in prossimità degli appositi raccoglitori alla mercè di chiunque. Ma quello che più mi ha colpito, però, è la presenza abnorme di vecchi elettrodomestici: sono davvero molte, infatti, le carcasse di lavatrici, televisori e, a volte, anche computer vecchi, lasciate in bella vista vicine ai cassonetti. Oltre all'aspetto antiestetico, questa prassi è da sottolineare perchè i rifiuti elettrici andrebbero smaltiti in modi particolari per via della loro ipotetica pericolosità. Gli elettrodomestici, infatti, dovrebbero subire processi di smaltimento dedicati spesso effettuati dalle rivendite o dai centri specializzati di elettrodomestici. Per molta gente, invece, è decisamente più semplice scendere di casa, magari in pigiama in tarda serata, e depositare la vecchia carcassa in bella vista vicino ai bidoni. Fa caldo, sembra agosto ma, in realtà, siamo settembre. Sarebbe ora di cambiare abitudini...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritardi nelle pulizie e inciviltà: un mix letale per la città

BariToday è in caricamento