Cronaca

Rivolta al Cara, giudizio immediato per 45 immigrati

Il processo per i disordini scoppiati ad agosto nel centro di accoglienza per richiedenti asilo di Palese avrà inizio il 10 febbraio. Tra i 45 imputati anche di due presunti capi della rivolta, due cittadini nordafricani

Avrà inizio il prossimo 10 febbraio il processo per i 45 cittadini extracomunitari accusati di aver partecipato alla rivolta scoppiata lo scorso primo agosto nel Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Palese. Per gli imputati, infatti, i pm inquirenti hanno chiesto e ottenuto il giudizio immediato.

Tra i 45 immigrati a processo, tutti giovani asiatici e nordafricani, anche due dei presunti capi della rivolta (un terzo è ancora latitante), accusati di istigazione a delinquere finalizzata alla rivolta e di minacce agli altri ospiti del Cara. Per le altre 42 persone coinvolte nel processo le accuse sono, a vario titolo, violenza e resistenza a pubblico ufficiale aggravate dal numero di persone e dall'uso di armi improprie (spranghe di ferro e sassi), minacce, interruzione di pubblico servizio, danneggiamento seguito da incendio, violenza privata, lesioni personali aggravate, danneggiamento di auto e mezzi pubblici, furto e blocco ferroviario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivolta al Cara, giudizio immediato per 45 immigrati

BariToday è in caricamento