Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Scoppia la rivolta dei migranti al Cie, scontri con le forze dell'ordine

I disordini nella notte di Natale. Un gruppo di immigrati ha preso d'assalto un reparto della struttura dando fuoco ad arredi e suppellettili. Una decina le persone contuse

Rivolta nella notte di Natale all'interno del Centro di identificazione ed espulsione per immigrati del San Paolo. A dar vita alle proteste una trentina di migranti, in prevalenza tunisini, che hanno preso d'assalto un reparto della struttura allagando i locali e dando fuoco ad arredi e suppellettili.

Sul posto sono interventi agenti di Polizia, carabinieri e Guardia di finanza e vigili del fuoco. Nel tentativo di sedare la protesta si sono registrati scontri con i rivoltosi. Una decina le persone contuse medicate sul posto dal personale dell'infermeria del Cie. La situazione in mattinata è tornata alla normalità, ma la struttura continua ad essere presidiata dalle forze dell'ordine.

Non sono ancora del tutto chiare le ragioni della protesta, che tuttavia potrebbe essere collegata a quelle che si stanno verificando in questi giorni in altre strutture d'Italia, collegate alla richiesta del diritto di asilo e alle difficili condizioni di vita all'interno dei Cie e dei Cara. A marzo 2012 la Procura di Bari ha avviato un'inchiesta sullo stato della struttura, definita "fatiscente e inadeguata" da una perizia fatta eseguire dal Comune di Bari, tanto da spingere anche numerose associazioni per la difesa dei diritti umani a promuovere una class action per chiederne la chiusura.

*Ultimo aggiornamento ore 15

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoppia la rivolta dei migranti al Cie, scontri con le forze dell'ordine

BariToday è in caricamento