Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Roberto Straccia, mercoledì l'autopsia. La famiglia non crede al suicidio

Affidato in queste ore l'incarico per l'autopsia, che verrà eseguita mercoledì prossimo dal medico legale Gianfranco Divella. I familiari torneranno a Bari per nominare un consulente di parte che assista alle indagini necroscopiche

Si terrà mercoledì prossimo, 11 gennaio, l'autopsia sul corpo ritrovato sabato mattina sul lungomare di Palese, ritenuto con ogni probabilità quello del 24enne marchigiano Roberto Straccia, scomparso lo scortso 14 dicembre da Pescara. Il pm barese che indaga sul ritrovamento, Baldo Pisani, ha affidato in queste ore l'incarico al medico legale Gianfranco Divella, che già sabato mattina ha eseguito i primi rilievi sul corpo. E sempre mercoledì mattina torneranno probabilmente a Bari i familiari di Roberto Straccia, che sabato hanno riconosciuto con certezza gli indumenti e gli oggetti trovati indosso al cadavere, ma non hanno potuto riconoscere ufficialmente Roberto a causa dello stato di conservazione del corpo, rimasto in acqua verosimilmente per un mese. Probabilmente la famiglia Straccia vorrà nominare un consulente di parte che assista agli esami necroscopici.

LE INDAGINI SULLA MORTE - Roberto Straccia: tre ipotesi sulla morte
Intanto gli investigatori continuano a fare ipotesi sulle circostanze in cui il 24enne sarebbe morto.
All'indomani della scomparsa la Procura di Pescara aveva aperto un fascicolo d'indagine per sequestro di persona, mentre quella di Bari, dopo il ritrovamento del cadavere, ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio. Entrambi atti dovuti per consentire lo svolgimento delle indagini sulla morte di Roberto, sulla quale, alla luce del ritrovamento del cadavere che con ogni probabilità appartiene al ragazzo, restano comunque in piedi tre ipotesi: omicidio, suicidio, caduta accidentale. Quello che resta da capire, cioè, è come Roberto sia finito in acqua: se si sia buttato volontariamente, se sia stato spinto, o magari se vi sia caduto accidentalmente, magari in seguito ad un malore.

Roberto Straccia: tre ipotesi sulla morte
L'IPOTESI DEL SUICIDIO - A respingere fermamente l'ipotesi del suicidio sono gli stessi familiari di Roberto. I parenti hanno infatti smentito le voci secondo le quali già in passato il ragazzo avrebbe tentato di togliersi la vita, affermando invece che Roberto non avrebbe avuto ragioni per uccidersi. Intanto ieri il padre, a Pescara per portare via gli oggetti lasciati da Roberto nella casa che condivideva con altri studenti, ha parlato brevemente con i cronisti assiepati sotto l'abitazione. "Lo abbiamo cercato tanto - ha detto Mario Straccia - Nostro Signore ha voluto farcelo trovare così e lo ringrazio. Ora lo prego che possa farci trovare anche la verità su ciò che è successo per poterci dare pace".

Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/cronaca/roberto-straccia-ipotesi-morte.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

 



Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/cronaca/roberto-straccia-ipotesi-morte.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/21162254553019

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Straccia, mercoledì l'autopsia. La famiglia non crede al suicidio

BariToday è in caricamento