Cronaca

Roberto Straccia, i familiari riconoscono gli abiti e l'iPod

E' stata la mamma del giovane marchigiano, arrivata ieri sera a Bari dopo il padre e la sorella, a confermare che gli abiti e gli oggetti trovati indosso al corpo ritrovato sul lungomare appartanevano a Roberto. Impossibile invece il riconoscimento del cadavere, per il quale si attende il test del Dna

Gli abiti, le chiavi e l'iPod trovati indosso al cadavere rinvenuto ieri mattina sul lungomare di Palese appartengono a Roberto Straccia. A riconoscere gli oggetti è stata ieri sera la mamma del giovane marchigiano scomparso a Pescara lo scorso 14 dicembre, giunta all'Istituto di Medicina Legale del Policlinico intorno alle 19, dove erano già arrivati, nel primo pomeriggio, il padre e la sorella di Roberto.

I familiari hanno quindi confermato che i vestiti e gli oggetti sono quelli di Roberto, anche se il riconoscimento della salma è stato reso impossibile dal cattivo stato di conservazione del corpo, che sarebbe stato in acqua per quasi un mese. A sciogliere gli ormai pochi dubbi sull'identità del cadavere potrà essere soltanto l'esame del Dna, disposto per la prossima settimana.


Restano intanto avvolte nel mistero le cause della morte di Roberto. La Procura di Bari ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio, espediente tecnico necessario a consentire lo svolgimento delle indagini, anche se è probabile che a proseguire l'inchiesta sarà la Procura di Pescara, dove già esiste un fascicolo sulla scomparsa dello studente marchigiano. I genitori di roberto, comunque, sembrano escludere la pista del suicidio: nonostante le voci secondo le quali in passato Roberto avrebbe già tentato di togliersi la vita in passato, i familiari sostengono che il ragazzo non avrebbe avuto ragioni per uccidersi. Resta quindi da capire come il ragazzo sia finito in mare, se sia caduto accidentalmente o magari spinto da qualcuno.

Nel frattempo i familiari di Roberto sono tornati a Moresco, loro paese d'origine, in attesa degli esiti dell'esame del Dna e dell'autopsia che saranno eseguiti al Policlinico di Bari la prossima settimana.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Straccia, i familiari riconoscono gli abiti e l'iPod

BariToday è in caricamento