Cronaca

Tenta il suicidio con il fucile di ordinanza, grave una volontaria degli Alpini

La ragazza, 24 anni, originaria di Bari, era in servizio davanti all'Ambasciata di Algeria a Roma. Ha puntato l'arma contro il suo addome e ha fatto fuoco. Dopo un lungo intervento chirurgico è fuori pericolo, ma le sue condizioni restano gravi

Ha tentato di suicidarsi sparandosi all'addome con il fucile di ordinanza. E' successo stamattina poco prima di mezzogiorno nel quartiere Parioli a Roma. La donna, Annamaria C., 24 anni, originaria di Bari, volontaria in ferma prefissata di un anno del II Reggimento degli Alpini, era in servizio con un collega davanti all'Ambasciata di Algeria. Improvvisamente, ha puntato l'arma contro il suo addome e ha fatto fuoco, accasciandosi a terra. Subito soccorsa dai residenti della zona, richiamati dalle urla e dalle sue richieste di aiuto, la ragazza è stata trasportata al Policlinico Umberto I di Roma, dove è stata sottoposta ad un intervento chirurgico durato sei ore. Le sue condizioni restano gravi, e i medici si sono riservati la prognosi, anche se è fuori pericolo di vita.

Gli investigatori che indagano sull'episodio, sono convinti che si sia trattato di un tentativo di suicidio. Poco prima di compiere il gesto disperato, infatti, la ragazza avrebbe avuto un litigio telefonico con il fidanzato. Molto più cauti invece i suoi superiori, subito accorsi in ospedale, i quali si sono limitati a parlare di "un incidente occorso a un militare", sulle cui cause saranno poi le forze dell'ordine a fare chiarezza.


I familiari della ragazza, immediatamente avvertiti, arriveranno in queste ore a Roma con un mezzo messo a disposizione dall'esercito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il suicidio con il fucile di ordinanza, grave una volontaria degli Alpini

BariToday è in caricamento