Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Poggiofranco / Via Giulio Petroni, 121

Zona Rossani, "vandalismo e musica fino a notte fonda": protestano i residenti

A far arrabbiare gli abitanti di via Giulio Petroni e delle strade adiacenti, la distruzione di un albero nella notte tra venerdì e sabato, per rubare una bicicletta. Il M5S e 'Sud al Centro' chiedono interventi

"Da mesi fanno baldoria fino a notte fonda, disturbando la quiete della zona. Non ce la facciamo più". Gli abitanti delle strade adiacenti la Caserma Rossani, sono scesi in piazza, pochi giorni fa, per protestare contro la presenza, definita "molesta" dei ragazzi che da tempo hanno 'occupato' gli spazi, prendendosene cura e organizzando iniziative culturali e musicali. Forse troppe, secondo i residenti che lamentano schiamazzi e concerti anche ben oltre le 24.

A far scattare la molla, un episodio avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, quando, secondo alcuni abitanti di via Giulio Petroni, alcuni ragazzi che frequenterebbero la Caserma, forse alticci, avrebbero spezzato e sradicato un albero per rubare una bicicletta lì legata: "La pianta - racconta un esercente - è stata portata via solamente ieri. Chiediamo l'intervento del Comune perché la sera c'è un via vai continuo di gente, tra bottiglie e altro".

Roberta Perri, candidata-portavoce del M5S alla Regione e residente nella zona, ritiene sia giunto il momento di fare qualcosa: "provvedimenti immediati su questi giovani che all'interno dell'area non rispettano le basilari regole di un vivere civile. Non si può far godere un bene comune a chi è incapace di gestirlo nel rispetto delle leggi, sono i cittadini a chiederlo".

Più dialogante, invece, Gianlucio Smaldone, consigliere comunale di maggioranza per 'Sud al centro': "Domani presenterò nel Question Time un'interrogazione all'assessore ai Lavori Pubblici Galasso, riguardante sia l'albero abbattuto che altri nelle vicinanze, da tempo rovinati a causa di un degrado più generale. Non sappiamo se siano coincidenze o meno, ma da quando è stata 'occupata' la situazione è peggiorata. Ritengo che comunque non sia neppure colpa dei ragazzi che hanno avuto in gestione gli spazi (in base a un'intesa con il Comune, ndr), ma mi rendo conto di quanto sia difficile mantenere il controllo quando entrano e escono tante persone".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona Rossani, "vandalismo e musica fino a notte fonda": protestano i residenti

BariToday è in caricamento