Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Carrassi / Via Donato Gargasole

Dalle mini-isole alla cupola di legno: quattro progetti per il nuovo parco di via Gargasole

Scelte le proposte che permetteranno di riqualificare l'area in modo condiviso e partecipativo attraverso arte, giardinaggio e auto-costruzione. Gli interventi cominceranno nei prossimi mesi

Una cupola in legno, mini-isole di paesaggio, giardinaggio condiviso e un intervento artistico realizzato in partecipazione: sono i primi 4 progetti che saranno finanziati dal Comune di Bari per arricchire il nuovo parco di via Gargasole, porzione dell'ex Caserma Rossani di Bari, in procinto di aprire nei prossimi mesi. In tutto dieci le proposte selezionate tra le tante inviate da associazioni e comitati cittadini per costruire arredi, piantumare arbisti e rigenerare con la creatività un'area abbandonata per anni. Quattro proposte saranno finanziate con 15 mila euro complessivi. Per le altre bisognerà attendere ulteriori fondi.

I quattro progetti: cosa ci sarà nel parco di via Gargasole

Tra i progetti della 'quaterna' selezionata troviamo 'Nessun albero è un'isola' di Rete Garden Faber, con la realizzazione di piccole zone di paesaggio come microspazi variabili e dalle forme irregolari, scegliendo essenze profumate e pannelli porta piante. Di grande interesse sarà anche 'Rgb' di Lan_Laboratorio architettire naturali: i partecipanti portanno realizzare un spazio a cupola di circa 4 metri utilizzando legno di salice o materiale simile, luogo per ospitare piccoli eventi o ripararsi dal sole. Pigment Worktoom con 'Fronde', invece, propone quattro incontri in cui si progetterà e realizzerà un intervento artistico nel parco. Infine, ci sarà anche 'Il bosco di Gargasole e Pantaluna', a cusa di 'Masseria di Monelli- OrtoCircuito', esperienza di giardinaggio condiviso con la piantumazione di essenze mediterranee arboree, arbustive e orticole curando anchele orchidee spontanee, per un percorso di conoscenze botaniche legate alle tradizioni.

Tedesco: "Modello innovativo di restituzione degli spazi"

“Sono certa che gli esiti di questo avviso sapranno aumentare la consapevolezza diffusa sulle opportunità che nascono dalla fruizione condivisa degli spazi pubblici all’aperto - ha affermato l’assessora all’Urbanistica Carla Tedesco -. Il progetto del parco condiviso di via Gargasole ci sta consentendo di sperimentare un modello innovativo di restituzione alla cittadinanza di spazi pubblici abbandonati. Attraverso i workshop procederemo in tempi rapidi ad attrezzare l'area e a renderla fruibile, costruendo, nello stesso tempo nuovi  legami di prossimità. Nelle prossime settimane illustreremo i progetti selezionata alla cittadinanza e li coordineremo con il supporto di una facilitatrice. Contiamo di replicare questo progetto in altre aree della città e di considerarlo una modalità di azione da includere nelle linee guida del PUG”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle mini-isole alla cupola di legno: quattro progetti per il nuovo parco di via Gargasole

BariToday è in caricamento