Nuova rotatoria Caposcardicchio al quartiere San Paolo, dal Comune un altro sì: "Per gli espropri passaggio in Consiglio"

Il progetto, dell'importo di oltre 3,2 milioni di euro prevede la sistemazione della strada per un tratto di circa 650 metri, a partire dalla fermata della metropolitana posta nei pressi dell’ospedale San Paolo

Un nuovo sì dal Comune per la tanto attesa rotatoria di via Caposcardicchio nel quartiere San Paolo di Bari. La Giunta Comunale ha approvato nuovamente un progetto preliminare dopo il sì del 2019 per l'inserimento dell'opera nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche. Questa volta, invece, la Giunta ha detto sì al progetto ma con altri atti che consentiranno di procedere senza ulteriori intoppi: " "L'approvazione del 2019 - spiega a BariToday l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - era utile all'inserimento nel piano triennale. Ci siamo accorti che alcune aree non erano di proprietà comunale e quindi questo obbliga un passaggio in Consiglio. Il progetto è stato completato di tutti gli elaborati e dell'incarico di espropri. Abbiamo avviato le procedure di legge e predisposto il tutto con il passaggio dai Municipi per l'approvazione in aula".

Il progetto, dell'importo di oltre 3,2 milioni di euro prevede la sistemazione di via Caposcardicchio per un tratto di circa 650 metri, a partire dalla fermata della metropolitana posta nei pressi dell’ospedale San Paolo sino all’intersezione di via Caposcardicchio con via Trentino Alto Adige e viale delle Regioni e la sistemazione dell’intersezione esistente tra via Caposcardicchio, via Trentino Alto Adige, viale delle Regioni, via Michele di Giesi e via Francesco Silvestri.  Si tratta di fondi rivenienti dal programma SiSaBa, (Sistema Sanitario Bari) finanziamento regionale propedeutico al miglioramento dell’accesso alla rete ospedaliera, in questo caso l’ospedale del quartiere San Paolo

Prevista anche la sistemazione del citato nodo con l’inserimento di una piazza avente circolazione a rotatoria per gestire il collegamento con viale delle Regioni, e la realizzazione di una rotatoria per gestire l’immissione lungo via Trentino Alto Adige di via Caposcardicchio. Tale soluzione, spiega il Comune, "migliorerà le condizioni di sicurezza della circolazione veicolare verso l’ospedale e verso le altre direttrici di zona. Oltre al miglioramento della circolazione veicolare, il progetto in questione affianca anche il miglioramento della circolazione ciclopedonale lungo via Caposcardicchio." Attualmente 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Essendo questa un’opera non conforme alle previsioni urbanistiche, sarà necessario proporre al Consiglio comunale l’approvazione del progetto preliminare dei lavori in variante allo strumento urbanistico con l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, visto che alcune delle aree interessate dalla progettazione ricadono ancora in proprietà privata - aggiunge Galasso -. Questo è un progetto che la città ormai attende da tanto tempo, e voglio rassicurare tutti sul fatto che la progettazione sta andando avanti anche per i livelli successivi (esecutivo e definitivo), in modo da giungere quanto prima all’indizione della gara d’appalto. Il passaggio in Consiglio comunale è necessario anche per procedere con gli espropri e per poi indire la gara dei lavori. In questi anni, però, siamo riusciti a migliorare di molto la progettazione e le opere, introducendo elementi che miglioreranno non solo la viabilità di quella intersezione ma anche la vivibilità dell’intera con una piazza attrezzata, un percorso ciclopedonale, nuova illuminazione e il collegamento della rete per lo smaltimento delle acque meteoriche, un dettaglio impercettibile vnei progetti ma che permette alle strade di non allagarsi quando piove e ai mezzi di percorrere il tragitto in totale sicurezza. La nuova rotatoria rappresenterà per i residenti del quartiere una piazza e uno spazio verde di ricucitura tra le due zone urbanizzate limitrofe, quella contigua all’ospedale e quella adiacente a viale delle Regioni: uno spazio che permetterà di contenere funzioni ludiche, sociali o di semplice intrattenimento nel verde, che renderanno questo spazio attrattivo e vitale, oltre che utile e funzionale per le questioni di viabilità ben note a tutti” conclude l'assessore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento