Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

"Paga 1500 euro se rivuoi l'auto", 26enne in manette al San Paolo

Vittima della tentata estorsione un frate. Il giovane ha preteso la somma per restituire la Fiat Punto, ma all'appuntamento concordato per la consegna del denaro ha trovato ad attenderlo i carabinieri

Ruba l'auto ad un frate e pretende un 'riscatto' di 1500 euro per restituirla. In manette con l'accusa di tentata estorsione e ricettazione è finito un 26enne barese, già noto alle forze dell'ordine, arrestato dai carabinieri della compagnia Bari San Paolo.

L'episodio il 26 marzo scorso. La vittima, cappellano di una chiesa di Poggiofranco, si accorge di aver subito il furto della sua Fiat Punto. Nell'auto è rimasto anche il suo cellulare: così il frate prova a chiamare. Gli risponde un anonimo interlocutore che lo minaccia e gli chiede la somma di 1500 euro per la restituzione della vettura. A quel punto la vittima avverte i carabinieri, che si presentano all'appuntamento concordato per la consegna del denaro. Il 26enne, a bordo di una Ford Ka - poi risultata rubata lo scorso 24 marzo, sempre a Bari - alla vista dei militari tenta la fuga, speronando anche l'auto della pattuglia, ma alla fine viene bloccato e arrestato.

Le auto rubate sono state restituite ai rispettivi proprietari mentre il 26enne è stato rinchiuso nel carcere di Bari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Paga 1500 euro se rivuoi l'auto", 26enne in manette al San Paolo

BariToday è in caricamento