rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Rubano zaino da un'auto, beccati in piena notte con la refurtiva: in manette due baresi

L'episodio a maggio scorso: i due, sorpresi mentre rovistavano nel borsone, si erano giustificati dicendo di averlo ritrovato accanto a un cassonetto. All'esito delle indagini, sono stati ritenuti responsabili del furto e arrestati

I carabinieri li avevano sorpresi la notte dello scorso 12 maggio, in corso Sonnino, mentre, a bordo della loro auto, rovistavano all'interno di uno zaino. Alle richieste di chiarimenti dei militari, i due - baresi di 29 e 56 anni, con precedenti, residenti nel quartiere Libertà - non avevano saputo giustificare il possesso di alcuni arnesi da scasso e avevano riferito di aver trovato la borsa - con all’interno un computer portatile, un paio di occhiali, una sigaretta elettronica, un mazzo di chiavi e un token e vari documenti - vicino a un cassonetto dei rifiuti.

Dalle successive attività di ricerca compiute sul portatile, però, i carabinieri avevano immediatamente capito come si trattasse di merce appena rubata e, analizzando i filmati di videosorveglianza della zona, avevano identificato la vittima del furto, perpetrato nell'auto della stessa, parcheggiata nella vicina via Mameli. I militari avevano quindi restituito la refurtiva al proprietario.

I due soggetti, invece, sono stati ritenuti responsabili del furto: la Procura di Bari, condividendo le risultanze investigative dei carabinieri ha quindi chiesto l’emissione di un’idonea misura cautelare, emessa dal gip ed eseguita con l’arresto dei due uomini, condotti in carcere.

(foto di repertorio)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano zaino da un'auto, beccati in piena notte con la refurtiva: in manette due baresi

BariToday è in caricamento