rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Ruvo di Puglia / Piazzetta Le Monache

Ruvo, gli animali del presepe vivente uccisi da cani randagi: "Forse chiusi nel recinto da qualcuno"

Sull'episodio, avvenuto nella notte, sono in corso indagini: il sospetto è che qualcuno abbia favorito l'ingresso dei cani, chiudendo poi la porta dall'esterno. Più di venti gli animali uccisi, tra galline e conigli

Galline e conigli del presepe vivente uccisi dai cani randagi. L'episodio è avvenuto nella notte a Ruvo, e sono in corso indagini per ricostruire l'accaduto. Il sospetto, infatti, è che il branco sia stato fatto entrare nel recinto da qualcuno, che avrebbe poi chiuso la porta, trovata serrata dall'esterno. Ad accorgersi di quanto accaduto sono stati gli stessi ideatori del presepe.

A sbranare gli animali domestici - ventuno galline e cinque conigli - sarebbero stati tre cani. Cani di quartiere, di proprietà del Comune, comunque vaccinati e controllati, ma, chiudendoli nel recinto, sarebbe stato stimolato il loro lato predatorio, provocando così l'attacco.

Il sindaco della cittadina, Pasquale Chieco, ha promesso di fare chiarezza sull'accaduto, annunciando anche che nel presepe non ci saranno più animali vivi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruvo, gli animali del presepe vivente uccisi da cani randagi: "Forse chiusi nel recinto da qualcuno"

BariToday è in caricamento