Parte in anticipo la corsa ai saldi: in centro i primi cartelli 'annunciano' gli sconti

Su via Sparano e via Argiro non è difficile trovare nelle vetrine riferimenti indiretti alle percentuali che saranno applicate. Marzulli (Municipale): "Nessuna irregolarità"

"Se hai bisogno di una scusa te ne possiamo 20...30". Il cartello svetta all'interno della vetrina un negozio di abbigliamento del centro cittadino, per indicare un riferimento - neanche troppo velato - ad un possibile sconto da applicare in cassa. Tra via Sparano, via Argiro e corso Vittorio Emanuele iniziano a moltiplicarsi gli annunci di questo tipo, visto che i negozianti non possono presentare direttamente  le percentuali di riduzione dei prezzi. Manca infatti ancora una settimana all'avvio ufficiale dei saldi estivi - dal primo luglio al 15 settembre - e per gli esercenti c'è il rischio di collezionare una multa, se scoperti ad applicare sconti in anticipo.

Ecco quindi che la comunicazione diventa un gioco di inventiva. C'è chi parla di usa formule indirette ("Acquista due articoli, 50 buoni motivi" recita un altro cartello), chi decide di applicare gli sconti solo ai possessori di una carta fedeltà o chi annunciano in maniera diretta l'alta scontistica applicata presentandosi come un outlet. Nel fervore di attirare più clienti possibile, soprattutto nella via Sparano bloccata dagli interventi di restyling, c'è anche chi preferisce non nascondersi: "Preview S.... fino al - 50%" viene scritto in un altro cartello di un negozio di abbigliamento per uomo e donna, un riferimento che non lascia di certo spazio a fraintendimenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MARZULLI: "NESSUNA IRREGOLARITA'" - I controlli della polizia municipale sono già partiti per stanare i primi 'furbetti dello sconto', ma ancora non sono state elevate sanzioni. "Stiamo fotografando le vetrine per poi poter confrontare i prezzi modificati a partire dal primo luglio - spiega il comandante Nicola Marzulli -. Se dovessimo scoprire che non sono stati ritoccati in quel caso scatterebbe la multa per gli esercenti. Al momento però non ci risultano irregolarità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento