Cronaca

Marò fermati in India, Sozio: "La famiglia di Girone è fiduciosa"

Il sindaco di Noicattaro, Giuseppe Sozio, ha incontrato ieri i suoceri di Salvatore Girone. La famiglia è in costante contatto telefonico con il marò e si è detta fiduciosa in una rapida conclusione della vicenda

Il marò Salvatore Girone

La famiglia di Salvatore Girone è fiduciosa in una rapida e positiva conclusione della vicenda, ed è rasserenata dal fatto di essere in costante contatto telefonico con lui. A parlare, interpellato dall'Ansa, è Giuseppe Sozio, sindaco di Noicattaro, paese in cui risiedono i suoceri di Salvatore Girone, uno dei due marò pugliesi in stato di fermo in India con l'accusa di aver ucciso due pescatori.

Intanto mentre i suoi genitori hanno incontrato ieri il sindaco, Vania Ardito, moglie di Salvatore, si è chiusa nel più stretto risetbo. Secondo alcune testate locali la donna si starebbe preparando a partire per l'India per raggiungere suo marito. Circostanza che il sindaco di Noicattaro non avrebbe comunque confermato. 

"Con Salvatore al momento - ha riferito Sozio all'Ansa - si sentono due-tre volte al giorno e Salvatore ha detto alla moglie di stare tranquilla, che sta bene, che ha fatto il suo dovere. Ha parlato anche con i figli". "Salvatore - ha aggiunto ancora il sindaco di Noicattaro - ha già partecipato ad altre missioni ed è una persona esperta ed equilibrata". "Ci auguriamo tutti -  ha concluso Sozio - che questa vicenda finisca al più presto e nel migliore dei modi, sono convinto che l'opera di mediazione stia andando avanti e spero che presto giungano buone notizie".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò fermati in India, Sozio: "La famiglia di Girone è fiduciosa"

BariToday è in caricamento