Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca San Girolamo - Fesca

San Girolamo, blitz e perquisizioni all'alba. Nel mirino i clan Campanale e Rizzo-Lorusso

Sul tetto di un'abitazione scoperta una piscina in uso al boss Leonardo Campanale, sorvegliato speciale ma risultato irreperibile. 16 in tutto gli appartamenti perquisiti, di proprietà di presunti affiliati ai due clan rivali

Controlli e perquisizioni a tappeto all'alba di oggi nel quartiere San Girolamo. Nel mirino della Direzione Distrettuale Antimafia, che ha diretto l'operazione congiunta di polizia, carabinieri e GUardia di Finanza, i due clan rivali dei Campanale e dei Rizzo-Lorusso.

LA PISCINA DEL BOSS - Tra i destinatari delle perquisizioni anche Leonardo Campanale, 43 anni, sottoposto alla sorveglianza speciale, ma risultato irreperibile. Con l'intervento dei vigili del fuoco, dalla sua abitazione è stata rimossa una porta in acciaio, con vetri anti-proiettile, posta su una rampa di scale di accesso all'appartamento all'interno di un immobile dello Iacp. Le forze dell'ordine hanno inoltre scoperto e rimosso, sul tetto di un'abitazione attigua a quella dei Campanale, una piscina, di fatto nelle disponibilità del boss. Sono in corso verifiche, inoltre, sulla regolarità di un appartamento ricavato all'interno di un vano condominiale sul lastrico solare.

PERQUISIZIONI A TAPPETO - Le perquisizioni eseguite sno state in tutto 16, nei confronti di altrettanti presunti affiliati ai due clan. Numerosi anche i posti di blocco in tutto il quartiere. I controlli hanno coinvolto 160 uomini, unità cinofile e unità aeronavali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Girolamo, blitz e perquisizioni all'alba. Nel mirino i clan Campanale e Rizzo-Lorusso

BariToday è in caricamento