Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca San Girolamo - Fesca / Viale Ottorino Respighi

"Siamo ciclisti, non fantasmi", a San Girolamo l'ultimo saluto a Vincenzo Memola

Ieri pomeriggio i funerali del 57enne travolto e ucciso da un pirata della strada il 7 novembre scorso. Accanto ai familiari, l'Associazione IX Maggio e i ciclisti di CicloSpazio, che hanno raggiunto la Chiesa in bici ed esposto uno striscione di protesta

Foto dal gruppo Facebook Associazione IX Maggio"

Un 'tappeto' di bici e uno striscione per ricordare che "Siamo ciclisti, non fantasmi". A dare l'ultimo saluto a Vicenzo Memola, il fioraio 57enne di San Girolamo travolto e ucciso da un'auto pirata mentre siVincenzo Memola-2recava al lavoro in bici la mattina del 7 novembre, ieri pomeriggio c'erano anche loro, i ciclisti. Hanno scelto di arrivare in chiesa in bici, e di esporre quello striscione proprio per richiamare l'attenzione sui pericoli che chi sceglie di viaggiare sulle due ruote corre quotidianamente, in una città che "non è a misura di ciclista". Accanto ai ragazzi di CicloSpazio, anche l'associazione "IX Maggio", da anni molto attiva nel quartiere.

L'incidente in cui Vincenzo Memola ha perso la vita non è purtroppo un caso isolato. Soltanto ad aprile, un altro ciclista fu investito e ucciso da un'auto, sul lungomare, dove oggi c'è ancora una bici bianca, voluta dalle associazioni di ciclisti, per ricordare quel tragico episodio.

Intanto proseguono le indagini della Polizia municipale per cercare di risalire all'auto pirata. I vigili hanno acquisito i filmati delle telecamere dei negozi che potrebbero aver filmato l'auto che ha investito e ucciso il fioraio di San Girolamo.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo ciclisti, non fantasmi", a San Girolamo l'ultimo saluto a Vincenzo Memola

BariToday è in caricamento