Cronaca San Girolamo - Fesca

San Girolamo, la giunta incontra i residenti: "Waterfront pronto entro due anni"

Sindaco e assessori nella scuola 'Duse' per la tappa della 'giunta territoriale': al centro dell'incontro la riqualificazione del lungomare: il 3 agosto c'è stata la consegna dei lavori. Decaro: "Obiettivo rendere fruibile la spiaggia per l'estate 2017"

Foito Fb assessore Maselli

Il 3 agosto scorso c'è stata la consegna del cantiere alla ditta vincitrice dell'appalto. Un passaggio fondamentale, a partire dal quale decorrono i 15 mesi previsti per la realizzazione dell'opera. L'attesa tra i residenti di San Girolamo è tanta: i lavori per la riqualificazione del lungomare, promessa da anni e mai realizzata, sembrano essere finalmente pronti a partire. 

Ieri sindaco e assessori, a San Girolamo per una nuova 'tappa' della giunta territoriale, hanno illustrato ai cittadini il progetto di quella che diventerà "una delle spiagge più belle dell'Adriatico". L'assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, ha illustrato nel dettaglio gli interventi di riqualificazione: un lungomare che si svilupperà per 1,7 chilometri, con un percorso ciclopedonale, una particolare attenzione al verde e una nuova 'piazza sul mare', su due livelli. Previsto anche il posizionamento di barriere per proteggere il litorale dalle mareggiate, e interventi ripascimento, con la realizzazione di quattro spiagge (tutte dotate di accessi ai diversamente abili e servizi) e di piccoli locali che potranno essere destinati ad attività commerciali o, d'intesa con la comunità, ad associazioni del quartiere per attività rivolte ai giovani.

I tempi previsti per la realizzazione dell'opera sono di 15 mesi. L'obiettivo del Comune, stimati eventuali intoppi e imprevisti durante i lavori, è quello di rendere fruibile la spiaggia entro l'estate 2017. Con la consegna del cantiere, ha spiegato Decaro, l'iter per l'avvio dei lavori è ufficialmente partito: materialmente, le prime ruspe dovrebbero entrare in azione per fine agosto, con i primi interventi sulla fogna, secondo un cronoprogramma che la ditta incaricata dovrà consegnare al Comune.

"E' chiaro che l'avvio dei lavori causerà disagi - ha affermato con chiarezza il sindaco Decaro - ma la nostra attenzione sarà massima per cercare di contenerli". Dai residenti, in particolare, sono arrivate domande su come cambierà la viabilità del quartiere in seguito ai lavori. L'avvio del cantiere e la successiva pedonalizzazione del lungomare (l'accesso sarà previsto solo per residenti, per chi ha locali commerciali e per le attività di carico/scarico) comporteranno inevitabilmente lo spostamento del traffico sulle strade interne. "Alcune vie diventeranno a doppio senso - ha spiegato Galasso - Ci sono dei restringimenti da rimuovere su strada San Girolamo. Da settembre il Comune avvierà un focus specifico per studiare le modifiche da apportare alla mobilità".

Capitolo case popolari - Nel corso dell'incontro è intervenuto anche il presidente dell'Arca, Sabino Lupelli, che ha parlato dell'avvio dei lavori per la realizzazione di nuovi alloggi di edilizia popolare, in cui saranno trasferite le famiglie che attualmente occupano le vecchie case popolari già presenti del quartiere. I lavori, ha spiegato Lupelli, partiranno nei primi mesi 2016, per una prima tranche pari a 16 milioni e mezzo di euro che porterà alla realizzazione di 106 appartamenti. Successivamente (completamento previsto entro tre anni) saranno realizzati ulteriori 119 appartamenti.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Girolamo, la giunta incontra i residenti: "Waterfront pronto entro due anni"

BariToday è in caricamento