Lavori per il waterfront, cambia la viabilità a San Girolamo

Le novità riguarderanno inizialmente la zona interessata dai primi interventi, per poi estendersi a tutto il lungomare IX Maggio con il procedere del cantiere. Cambiano sensi di marcia per le strade e percorsi per alcuni bus

I primi interventi per la realizzazione del waterfront a San Girolamo

Partono i lavori per il waterfront, arrivano le modifiche alla viabilità. Come preannunciato nelle scorse settimane nel corso dell'incontro tra giunta e residenti di San Girolamo, in Comune è pronto il nuovo piano per regolare il traffico nelle zone interessate dal cantiere per la riqualificazione del lungomare. Le novità sono state presentate questa mattina a Palazzo di Città dall’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Galasso, insieme al presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico e al direttore del settore Traffico Claudio Laricchia.

IN VIGORE DALLA PROSSIMA SETTIMANA - Il provvedimento, che entrerà in vigore già dalla prossima settimana, in un primo momento riguarderà solo la parte strettamente interessata dai primi interventi, per poi coinvolgere altre zone, parallelamente al procedere dei lavori. Nell’arco dei prossimi due mesi, infatti, il cantiere dovrebbe arrivare a comprendere tutto il lungomare IX maggio per un percorso complessivo di 1,3 km. Per il Comune, il nuovo piano della viabilità sarà anche un modo per 'testare' la situazione in vista della completa pedonalizzazione del lungomare, che a lavori ultimati sarà chiuso al traffico, con accesso consentito solo a residenti, commercianti autorizzati all’attività di carico e scarico e a mezzi soccorso.

LE MODIFICHE PREVISTE - Secondo quanto previsto nell'ordinanza, saranno strade a doppio senso di marcia: strada San Girolamo, lunga circa 1,1 km, per l'intero tratto da via Van Westerhout a via Cimarosa; via Cimarosa nel tratto da strada San Girolamo a via Napoli (tratto complanare SS16); via Napoli (complanare SS16), tratto da via Cimarosa fino alla rotatoria/incrocio con svincolo SS16 Uscita 3 Fesca - San Girolamo. Saranno invece percorribili a senso unico: via Perosi, via Bellezza, via Monteverdi, via Cimarosa, via Zanodai, via Tomasicchio, via Don Cesare Franco, via P. Di Cagno, via Ritelli, via Cilea, via Van Westerhout - lungomare IX Maggio, deviazione su via Ritelli, deviazione su via Cilea, via Nino Rota - parallela torrente Lamasinata. Per i residenti e i commercianti che avranno la necessità di accedere all’area del lungomare sarà garantito il senso unico di marcia sulla strada dell’ultimo isolato che confluisce sul lungomare IX maggio.

GALASSO: "NUOVI MARCIAPIEDI E POSTI AUTO" - "Il progetto di riordino della viabilità ha l’obiettivo di fluidificare il traffico delle aree connesse al cantiere, privilegiando la percorribilità delle strade secondo un unico senso di marcia - ha spiegato l’assessore Galasso - salvaguardando nel contempo il doppio senso di circolazione su alcune strade più interne rispetto al lungomare IX maggio. In alcune strade l’istituzione del senso unico ci permetterà di recuperare spazi per realizzare marciapiedi dove oggi non sono presenti, oltre che ricavare spazi per la sosta. Con questa operazione, infatti, contiamo per la fine dei lavori di recuperare circa 80 posti auto, segnalati puntualmente da interventi di segnaletica orizzontale, e recuperare così la mancata realizzazione del parcheggio sotterraneo inizialmente previsto dal progetto. Già nel piano triennale delle opere pubbliche, approvato lo scorso luglio, abbiamo inserito un capitolo dedicato a questi lavori che ammonta a 900.000 euro dedicati ad interventi strutturali sulle strade del quartiere. Nel percorso di riqualificazione del quartiere San Girolamo e di realizzazione del waterfront si inserisce anche l’accordo che il Comune di Bari ha realizzato con l’ARCA Puglia (ex IACP) che prevede la costruzione di nuove palazzine nella zona IACP, per cui esiste già un progetto di riqualificazione dell’intera via San Girolamo. Questo progetto verrà esaminato ed approvato dai nostri uffici tecnici nei prossimi giorni, in modo da consentire ad ARCA di appaltare ed eseguire i lavori quanto prima. Il piano che presentiamo oggi è una sorta di sperimentazione del nuovo assetto della viabilità del quartiere del futuro, perché siamo sicuri che la grande opera del waterfront cambierà non solo l’assetto viario di San Girolamo, ma anche e soprattutto la vivibilità dei residenti e la fruizione da parte di tutti i cittadini e dei tanti turisti che giungeranno lì per trascorrere il loro tempo libero. Con questa disposizione avremo anche il tempo di tarare le necessità dei residenti e dei commercianti della zona che in futuro avranno nuove regole determinate di accesso e transito dalla grande area pedonale in cui sarà trasformato il lungomare".

NUOVI PERCORSI PER I BUS - "Nei prossimi mesi anche il trasporto urbano subirà delle variazioni nei percorsi degli autobus che servono la popolazione del quartiere - ha spiegato Claudio Laricchia - Ad oggi sono state modificate solo le linee 53, 22 e gli autobus che seguono il trasporto scolastico. Garantiremo tutte le fermate esistenti lungo il percorso e, man mano che il cantiere si estenderà a tutto il lungomare, disporremo le ulteriori variazioni dei percorsi degli autobus". - TUTTE LE MODIFICHE AI PERCORSI DEI BUS

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPIZZICO: "ASCOLTEREMO I CITTADINI" - "La realizzazione del waterfront è per il Municipio e tutti i suoi residenti una grande opportunità - ha concluso il presidente Spizzico – finalmente San Girolamo avrà le attenzioni e la dignità che merita, visto che si tratta di uno dei tratti di lungomare più belli di Bari. Nei prossimi due anni cercheremo di condividere ogni passo dell’evoluzione dei lavori con i cittadini per recepire le loro esigenze e su queste tarare tutte le modifiche che necessariamente devono essere effettuate, oltre che per ridurre al minimo i disagi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento