menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sbiaditi e scrostati: l'incuria fa 'svanire' i tre San Nicola del sottovia Quintino Sella

L'opera che omaggia il Santo di Myra, realizzata nel 2013 da Ozmo, è sempre più nel degrado tra smog e pioggia. E' giusto però 'ristrutturare' un lavoro di street art nato per essere provvisorio?

La mantella purpurea è sempre più sbiadita, così come la tunica dorata e quella che una volta era rossa e adesso è un po' arancione e un po' viola. Pezzi di pittura scrostati, incuria e smog, causato dal passaggio di vetture, furgoni e autobus in uno degli snodi più trafficati di Bari: non se la passano troppo bene i tre 'San Nicola' di Ozmo, splendida opera di street art che adorna la curva del sottopassaggio di via Quintino Sella.

Opera simbolo del sottopasso di via Quintino Sella

Un lavoro apprezzato anche per il significato 'ecumenico', rappresentando il santo di Myra in 3 versioni diverse: dall'iconografia orientale al Santa Claus nordico, fino alla statua del Patrono di Bari custodita in Basilica. Sono passati 4 anni da quando, nel 2013, l'artista toscano ha realizzato l'opera che comincia a sentire gli effetti del tempo. Al momento, il Comune, sembra non abbia previsto opere di manutenzione, quindi il rischio che la pioggia dell'autunno e l'inquinamento possano rovinare ulteriormente i tre San Nicola è molto alto. Con buona pace, per alcuni, dell'arte e del bello a disposizione di tutti. D'altra parte, però, l'opinione comune non è così omogenea: c'è chi sostiene la 'provvisorietà' di un'opera di street art, come accade spesso per i lavori 'urban', su muri, facciate e opere pubbliche, alle prese con il degrado del tempo e il meteo. Questo tipo di arte è nato, affermandosi negli ultimi decenni in tutto il mondo, anche per la 'caducità', il limite temporale del messaggio lasciato dall'artista. Restaurare, e in qualche modo replicare cancellando di fatto l'originale, oppure lasciare tutto com'è, col rischio di veder sparire i tre santi? Un dilemma non semplice da sbrogliare. Il dibattito è aperto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento