rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca San Paolo / Via Don Carlo Gnocchi

Case popolari occupate abusivamente, il Riesame decide per lo sgombero

Il caso delle palazzine di via Don Gnocchi, al quartiere San Paolo. Il tribunale ha dato 60 giorni per l'esecuzione del provvedimento, senza facoltà d'uso

Sessanta giorni di tempo per eseguire lo sgombero degli 88 alloggi popolari occupati abusivamente in via Don Carlo Gnocchi, al quartiere San Paolo. Il sequestro, senza facoltà d'uso, è stato disposto dal tribunale del Riesame, chiamato a pronunciarsi sul ricorso presentato dalla Procura.

I giudici hanno quindi accolto l’appello del pm Baldo Pisani, pur invitando la Procura, per lo sgombero, a "tener conto dell’esigenza degli indagati di poter eventualmente reperire altra abitazione". Salvo impugnazioni in Cassazione, le operazioni avverranno non prima di sessanta giorni.

Secondo le indagini condotte dai carabinieri, gli alloggi risultati occupati abusivamente erano circa duecento. Alcune famiglie avevano però avviato domanda di sanatoria senza ottenere dal Comune alcuna risposta. Anche sulla base di questa circostanza, il gip aveva inizialmente rigettato la richiesta di sequestro presentata dalla Procura. Il pm ha però impugnato il provvedimento davanti al Riesame, rinunciando all'appello per le famiglie che in questi mesi si sono messe in regola, e insistendo invece sullo sgombero degli altri appartamenti, un centinaio in tutto. 

I giudici del Riesame hanno quindi disposto il sequestro, ritenendo ciascuno degli 88 casi analizzati "sintomatico del malcostume diffuso in questo territorio di considerare gli alloggi pubblici quale beni privati di cui poter liberamente disporre", creando così quelle condizioni che hanno portato a "gravissime degenerazioni", con infiltrazioni della criminalità organizzata in alcuni quartieri, come a Japigia.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari occupate abusivamente, il Riesame decide per lo sgombero

BariToday è in caricamento