San Pio, in giro con pistola rubata e passamontagna: in manette 35enne

La polizia ha fermato un pregiudicato: l'uomo è accusato di detenzione e porto abusivo di pistola. alla vista degli agenti ha cercato di sbarazzarsi, senza successo, dell'arma. Non è escluso che si stesse preparando a compiere un agguato

Per strada con una pistola nascosta nei pantaloni, guanti e passamontagna. La polizia ha arrestato, lunedì pomeriggio, nel quartiere San Pio, il 35enne Biagio Carbonara, con precedenti penali, ritenuto responsabile di detenzione e porto abusivo di pistola.

Alla vista degli agenti, l'uomo ha cercato di fuggire, gettando sotto un veicolo parcheggiato un oggetto che aveva nella tasca dei pantaloni. Dopo aver bloccato il 35enne, i poliziotti hanno così recuperato, sotto l'auto, una pistola marca Tanfoglio calibro 9x21 completa di caricatore con 15 cartucce, risultata rubata in un'abitazione a gennaio 2015. Secondo gli investigatori, non è escluso che il 35enne si stesse preparando a compiere un agguato. Nel quartiere, ultimamente si sono registrati due episodi che potrebbero segnalare fibrillazioni interne alla criminalità locale. Nei giorni scorsi, alcuni residenti hanno segnalato colpi d'arma da fuoco in strada, mentre, in un'altra occasione, i poliziotti hanno ritrovato bossoli e fori su un muro nei pressi di un edificio in cui abita un soggetto ritenuto vicino al clan Strisciuglio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento