Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Tagli alla Sanità, 25 ospedali pugliesi a rischio? I medici: "Siamo preoccupati"

La riduzione di 40 milioni per la dotazione 2016 alla Puglia potrebbe far scattare la chiusura e l'accorpamento di numerose strutture. Anelli (Presidente Ordine Medici Bari): "I carichi di lavoro rischiano di aumentare in maniera vertiginosa". Nelle prossime settimane incontro col governatore

"Siamo molto preoccupati anche perché gli accorpamenti non risolvono il rischio clinico. I carichi di lavoro per i medici rischierebbero di aumentare in maniera vertiginosa". Il presidente dell'Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri di Bari, Filippo Anelli, esprime la propria opinione sui tagli da circa 40 milioni di euro previsti dal nuovo budget del Fondo Nazionale per la Sanità. La pesante riduzione che farà scendere l'ammontare previsto per la Puglia a circa 7,1 miliardi di Euro ha scatenato la reazione del governatore Michele Emiliano il quale ha dichiarato di essere pronto a effettuare tagli drastici alle strutture che tra accorpamenti e riassetti potrebbe vedere la chiusura di 25 ospedali come alternativa all'aumento delle tasse. Di qui l'apprensione del personale sanitario, già impegnato a fronteggiare carenze croniche di organico: "Da 15 anni - spiega Anelli - scontiamo il blocco del turnover e noi lo denunciamo da tempo. Questo problema sta determinando una vera e propria difficoltà con l'assistenza".

Le piante organiche nel Barese, attualmente, vedono la presenza di circa 170 medici a fronte dei 315 previsti: "La direttiva europea del 2003 - continua Anelli - aveva come obiettivo di fondo quello di tutelare il lavoratore e il paziente. Se diminuiamo i posti letto, seppur per esigenze di costi, il medico dovrà lavorare il doppio, con le conseguenze del caso". Nell'area metropolitana di Bari, in ogni caso, non dovrebbero esserci chiusure di strutture. Ben diversa e più preoccupante appare, ad esempio, la situazione nel Salento e nella provincia di Lecce. Domani a Roma, ci sarà una manifestazione nazionale a cui ha aderito proprio l'Ordine dei Medici, contro le riduzioni del budget. Il 16 dicembre, invece, sciopero unitario della Sanità, in tutta Italia. Nelle prossime settimane, inoltre, i medici pugliesi potrebbero incontrare il sindaco Emiliano per fare il punto della situazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli alla Sanità, 25 ospedali pugliesi a rischio? I medici: "Siamo preoccupati"

BariToday è in caricamento