Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Carbonara / Via del Monastero

Santa Rita: occupa abusivamente un alloggio popolare, denunciata 26enne

Ai vigili giunti sul posto su segnalazione di un altro inquilino, la donna, madre di due figli di 5 e 13 anni, ha risposto di essere stata sfrattata e di non aver altro posto dove andare

Da qualche giorno quell'alloggio popolare, dopo la morte dell'anziana assegnataria, era stato riconsegnato all'Istituto autonomo delle case popolari (Iacp). Ma la porta murata per evitare che qualcuno potesse cercare di impossessarsi dell'appartamento non ha fermato una 26enne barese, che dopo aver abbattuto il muro, probabilmente con l'aiuto di qualcuno, lo ha occupato abusivamente, trasferendosi lì con i suoi due figli.

E' accaduto in uno degli immobili Iacp di via Monastero, al quartiere Carbonara-Santa Rita. Ad allertare i vigili urbani è stato un altro inquilino del palazzo, che ha visto la donna entrare nell'appartamento. Quando i vigili sono giunti sul posto, hanno trovato all'interno la donna con i suoi due figli di 3 e 15 anni. Il muro che chiudeva la porta di ingresso era stato abbattutto e sostituito con la vecchia porta, mentre nell'appartamento - peraltro senza allaccio alla corrente elettrica - erano stati portati alcuni mobili - un letto, un tavolo con due sedie - e alcune buste di indumenti.

Ai vigili che le chiedevano di liberare l'alloggio, la donna ha risposto di essere stata abbandonata dal marito e sfrattata dall'appartamento in cui viveva, e di non avere perciò altro posto dove andare.

La donna e' stata denunciata all'Autorita' Giudiziaria per i reati di danneggiamento, occupazione abusiva di alloggio pubblico e violazione di sigilli.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Rita: occupa abusivamente un alloggio popolare, denunciata 26enne

BariToday è in caricamento