Santa Rita, rifiuti in fiamme sotto il ponte: fumo nero invade la strada

A fuoco ingombranti e materiali di vario genere: il fumo nero che si è sprigionato dal rogo ha raggiunto la strada. L'incendio domato dai vigili del fuoco

Una colonna di fumo nero e denso si leva dal fondo del ponte invadendo la strada e diventando visibile anche a distanza. Qualcuno, nelle prime ore del mattino, ha appiccato le fiamme ad una catasta di rifiuti accumulata sotto il cavalcavia di viale Santa Rita, la strada che collega la zona popolare del rione a via Giulio Petroni.

A dare l'allarme sono stati alcuni residenti, preoccupati per la grande nube di fumo che il vento ha spinto in direzione della strada - compromettendo la visibilità - e delle vicine case.

Sul posto, per domare le fiamme, sono intervenuti i vigili del fuoco, insieme ad una pattuglia della polizia locale e della polizia di Stato. Presenti anche i volontari dei Rangers d'Italia-Puglia. A bruciare, sono stati rifiuti di vario genere, tra cui anche immondizia e vecchi mobili che erano stati abbandonati in quel punto. Ma tutta la zona pare interessata dalla presenza di rifiuti abbandonati, mentre in alcuni tratti sono anche evidenti segni di roghi precedenti.

Dopo aver domato le fiamme, i vigili del fuoco hanno anche avviato le dovute verifiche sulle condizioni del ponte in corrispondenza del quale si è verificato il rogo.

WhatsApp Image 2019-01-30 at 08.45.40-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

  • "C'è un feto nel cassonetto" a Carbonara, i Carabinieri ritrovano resti organici: sono interiora di animali

Torna su
BariToday è in caricamento