rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Santeramo in Colle

Contributi pubblici incassati per l'impresa agricola inesistente: sequestrati beni per 30mila euro nel Barese, due indagati

Nel mirino della Finanza una coppia di Santeramo: avrebbero creato un'attività fittizia al fine di ricevere i contributi pubblici comunitari riconosciuti ai 'nuovi agricoltori'

Avrebbero illecitamente incassato contributi pubblici comunitari, creando fittiziamente un'impresa agricola. Nel mirino della Finanza sono finiti due cittadini di Santeramo, marito e moglie, accusati di aver commesso "una truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche nel settore degli aiuti alle imprese agricole, concessi nell’ambito della Politica Agricola Comune (prevista dal Trattato Istitutivo delle Comunità)".

In seguito alle indagini, le Fiamme Gialle della Compagnia di Altamura hanno proceduto al sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, di beni mobili ed un immobile per un valore di 30 mila euro, pari al denaro pubblico che la coppia avrebbe illecitamente ottenuto ed erogato dall’AGEA.

Gli accertamenti svolti dalla Finanza e coordinati dal sostituto procuratore Claudio Pinto, hanno permesso di scoprire "la creazione di una fittizia impresa agricola, finalizzata ad ottenere “gratuitamente” dall’AGEA i cd. “titoli”, commisurati al numero di ettari di terreno che viene dichiarato coltivato, che consentono a “nuovi agricoltori” di percepire “contributi pubblici comunitari”". La truffa - secondo quanto accertato - sarebbe stata perpetrata attraverso la stipula, nel 2009 e nel 2011, di due contratti falsi che hanno consentito ai coniugi di ottenere i citati “titoli” ed i conseguenti aiuti economici fino all’anno 2019.

Oltre al sequestro, agli indagati sono state contestate violazioni amministrative che prevedono l’applicazione di una sanzione pecuniaria pari all’importo indebitamente percepito ed effettuate le segnalazioni agli organi competenti per il recupero delle somme erogate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi pubblici incassati per l'impresa agricola inesistente: sequestrati beni per 30mila euro nel Barese, due indagati

BariToday è in caricamento